Lettura in Pubblico

Se desideri utilizzare (e cioè far recitare o leggere in pubblico, riprodurre su CD audio, DVD o altro supporto meccanico, diffondere per radio, per televisione o su Internet) opere letterarie protette dalla legge che siano state create da autori che hanno affidato alla SIAE la loro tutela, dovete ottenere preventivamente l’autorizzazione della Società.

Sono protette dalla legge italiana sul diritto d'autore (Legge 22/4/1941, n. 633) le opere create da autori viventi o scomparsi da meno di 70 anni: molte di queste opere appartengono al repertorio affidato in tutela alla SIAE dai suoi associati autori ed editori.

Occorre tenere presente che spesso sono tuttora protette anche le traduzioni in lingua italiana di opere straniere che siano cadute in Pubblico Dominio e che molte di queste traduzioni sono state affidate alla SIAE dagli autori ed editori ad essa associati.

La SIAE amministra in Italia, oltre al repertorio dei suoi associati, anche quello di numerose Società straniere: ciò le consente di facilitare l’accesso alla maggior parte del repertorio mondiale da parte degli operatori italiani, che possono così ottenere presso un unico interlocutore le informazioni e le autorizzazioni necessarie per svolgere la loro attività nel pieno rispetto della legge.

Per inquadrare con precisione le caratteristiche dell’utilizzazione ed ottenere la necessaria autorizzazione preventiva potrete rivolgervi agli uffici della SIAE, tenendo presente che:

  • in caso di lettura e recitazione in pubblico le autorizzazioni sono concesse da tutti gli uffici territoriali della SIAE;

  • in caso di produzione di supporti (CD, DVD, ecc.) la relativa licenza è rilasciata dal Mercato Fonovideografico e Antipirateria della SIAE, che cura anche il rilascio del contrassegno SIAE da apporre sui supporti;

  • in caso di riproduzione di opere letterarie su CD-ROM, CD-I bisogna rivolgersi al Settore Letterario della Sezione OLAF;

  • in caso di diffusione per radio e televisione o su Internet dovrà essere interpellato il settore RF-TV della Sezione OLAF.

Gli uffici della Sezione OLAF sono a disposizione per fornire informazioni e chiarimenti di carattere generale sulle diverse forme di utilizzo delle opere letterarie.

Le richieste di autorizzazione devono essere presentate prima dell’utilizzazione, tenendo conto che in alcuni casi la SIAE deve ottenere lo specifico consenso degli aventi diritto e che questa procedura comporta - per varie ragioni - tempi di risposta non sempre brevi.

Tra le informazioni da fornire alla SIAE per consentirle di determinare le condizioni per il rilascio dell’autorizzazione sono indispensabili quelle relative alle opere da utilizzare, ai loro autori - e agli eventuali traduttori ed editori dei volumi da cui sono tratte le opere - oltre che al tipo di uso che intendete farne: in base alle informazioni fornite la SIAE accerterà se le opere fanno parte del repertorio rappresentato e comunicherà la misura dei compensi dovuti, dopo aver eventualmente interpellato gli aventi diritto.

Lettura e recitazione di opere letterarie effettuata, senza scopo di lucro, all'interno di musei, archivi e biblioteche pubblici ai fini esclusivi di promozione culturale e di valorizzazione delle opere stesse in biblioteche pubbliche

Con il D.L. 8 agosto 2013, n.91, convertito, con modificazioni, dalla Legge 7 ottobre 2013, n.112, conosciuto come “Decreto Valore Cultura” è stata data attuazione alla Legge volta al sostegno e alla promozione della lettura e del libro, introducendo un ulteriore comma all’articolo 15 della Legge sul diritto d’autore in cui è stabilito che : "Non è considerata pubblica la recitazione di opere letterarie effettuata, senza scopo di lucro, all'interno di musei, archivi e biblioteche pubblici ai fini esclusivi di promozione culturale e di valorizzazione delle opere stesse individuati in base a protocolli di intesa tra la SIAE e il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo".

In ottemperanza al dettato normativo SIAE e MiBACT, con il coinvolgimento di tutte le associazioni interessate, hanno siglato il protocollo che definisce le condizioni di applicazione della norma, riportate nel documento allegato (Applicazione protocollo letture biblioteche). Per poter beneficiare della norma in parola è stato predisposto il modello di autocertificazione da compilare a firma del responsabile del museo, archivio o biblioteca pubblici e da inviare tramite posta elettronica certificata all’Ufficio Siae territorialmente competente.

Si ricorda che l’invio del modello di autocertificazione permette all’istituzione di non richiedere la licenza SIAE e di non versare il diritto d’autore solo per le manifestazioni per cui ricorrano i requisiti indicati dal protocollo.

Le tariffe variano a seconda del tipo di utilizzazione dell’opera:

  1. Lettura o recitazione nell’ambito di spettacoli vari: bisogna, prima di tutto, stabilire se la lettura o la recitazione in pubblico avviene nell’ambito di manifestazioni a pagamento o gratuite. Le tariffe SIAE tengono, inoltre, conto della capienza dei locali in cui si svolge la manifestazione. Di norma, la SIAE richiede per le manifestazioni a pagamento la percentuale del 10% sull’incasso, applicando delle tariffe minime di:

  • Euro 85,00 per i locali fino a 300 posti;

  • Euro 122,00 per i locali fino a 800 posti;

  • Euro 250,00 per i locali con oltre 800 posti.

Per le manifestazioni in cui non è previsto il pagamento di biglietto si applicano, invece, le tariffe seguenti:

  • Euro 122,00 per locali fino a 300 posti;
  • Euro 250,00 per locali con oltre 300 posti

  • Nel caso di manifestazioni effettuate in biblioteche o librerie, con capienza inferiore a 100 posti, costituite esclusivamente da utilizzo di repertori letterari tutelati, senza uso di repertori amministrati da altre Sezioni, il compenso fisso è ridotto a € 85,00.

Tariffe agevolate da applicarsi per particolari utilizzazioni di brani di opere letterarie appartenenti al repertorio tutelato dalla sezione olaf, che per la loro specificità e tipologia non rientrano nelle previsioni tariffarie di cui sopra.

Manifestazioni effettuate in locali con capienza fino a 40 posti (es. caffè letterari):
10% dell’incasso netto con un minimo garantito di € 44,00;
in caso di spettacolo gratuito importo compenso fisso di € 44,00;

maratone letterarie (manifestazioni la cui durata eccede i consueti tempi di recitazione in pubblico fino a coprire l'intero arco delle 24 ore). Vengono individuate tre classi tariffarie correlate alla durata delle manifestazioni:
fino a 8 ore: 1 spettacolo
da 8 a 16 ore: 2 spettacoli
da 16 a 24 ore: 3 spettacoli
Sono applicati i normali compensi per spettacoli a pagamento o gratuiti

visite guidate: per la recitazione di brani letterari nel corso di visite guidate,viene individuata la percentuale del 10% da calcolarsi sulla quota pagata dal visitatore per il servizio di visita guidata, al netto dell'IVA senza la previsione di un minimo garantito.

I diritti incassati vengono, poi, ripartiti tra le varie opere utilizzate nell’ambito della manifestazione.

Sono previste condizioni diverse quando nell’ambito della medesima manifestazione vengono utilizzate anche opere appartenenti a repertori amministrati dalle altre sezioni della SIAE (es. composizioni musicali, opere teatrali, ecc.)