Musica di sottofondo in pubblici esercizi

Il permesso per musica di sottofondo autorizza l’utilizzo della musica in pubblici esercizi, quali ad esempio bar e ristoranti per la sonorizzazione del locale finalizzata a rendere più gradevole la permanenza. La diffusione può avvenire tramite apparecchi radiofonici, altri apparecchi audio, televisori ecc.  

Per la musica di sottofondo il compenso per diritto d’autore si corrisponde tramite abbonamento annuale o periodico. Per la sottoscrizione di nuovi abbonamenti e il pagamento del Diritto d’Autore rivolgersi agli Uffici territoriali oppure accedere al Portale Musica d’ambiente.

Dal primo gennaio 2017 è in vigore un nuovo sistema tariffario. Gli importi da corrispondere sono determinati in funzione del tipo di apparecchio utilizzato per la diffusione della musica e della superficie del locale (mq), con maggiorazioni se in presenza anche di aree sonorizzate esterne.

L’esercente ha inoltre la possibilità di optare l’abbonamento a tariffe FLAT (tariffa FLAT AUDIO e Tariffa FLAT AUDIO E VIDEO) che danno la possibilità di utilizzare un numero illimitato di apparecchi audio o audio e video pagando il medesimo importo.

Per gli aderenti alle Associazioni di Categoria che hanno sottoscritto specifici accordi con SIAE sono previste riduzioni tariffarie.

Attenzione. Coloro che hanno già sottoscritto un abbonamento per musica di sottofondo entro il 31 dicembre 2016 possono continuare a corrispondere - per il triennio 2017/2019 - l’importo stabilito con i criteri vigenti prima del 1 gennaio 2017 a condizione che non vi sia nessuna variazione della dotazione di apparecchi utilizzati per la diffusione.

N.B.
Dal permesso per musica di sottofondo sono escluse le altre tipologie di utilizzazioni che possono avere luogo nei pubblici esercizi come, ad esempio, feste da ballo ed esecuzioni dal vivo, in quanto nei suddetti casi la diffusione delle opere non ha funzione di mera sonorizzazione dei locali ma costituisce attrattiva o richiamo per la clientela.

Per sottoscrivere il permesso e per ulteriori informazioni puoi rivolgerti agli Uffici SIAE territoriali oppure utilizzare i servizi online. Per ulteriori informazioni sono disponibili anche i canali via web o telefono al seguente link.

Si ricorda che per la diffusione di musica di sottofondo nei pubblici esercizi sono dovuti, oltre al diritto d’autore, anche i compensi spettanti ai produttori fonografici ed agli artisti interprete ed esecutori. Al fine di semplificare gli adempimenti a carico degli esercenti, le organizzazioni rappresentative degli aventi diritto hanno dato il mandato alla SIAE di svolgere -  per loro conto - l’attività di riscossione di detti compensi.