YIKESHAN ABUDUSHALAMU È IL VINCITORE DELLA I EDIZIONE DEL CONCORSO “LUCIANO BERIO”
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

YIKESHAN ABUDUSHALAMU È IL VINCITORE DELLA I EDIZIONE DEL CONCORSO “LUCIANO BERIO”

Si è conclusa la prima edizione del Concorso Internazionale di Composizione Luciano Berio, concorso riservato a compositori under 40 che avrà cadenza triennale, promosso dall’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e dal Centro Studi Luciano Berio e frutto della collaborazione con SIAE.

Sono state 128 le candidature presentate: 89 dall'Europa, 14 dalle Americhe, 22 dall'Asia, 2 dall'Australia e 1 dall'Africa e 37 sono le nazioni rappresentate. I compositori hanno una fascia di età che va dai 13 ai 40 anni, età massima per l’ammissione.

La fase eliminatoria, che si è conclusa il 30 settembre scorso, ha portato all’individuazione dei compositori finalisti. La fase finale si è tenuta a Roma il 13 e 14 ottobre.

Il vincitore decretato dalla giuria, presieduta da Antonio Pappano e composta da Ivan Fedele (Italia), Unsuk Chin (Corea del Sud), Tristan Murail (Francia) e Augusta Read Thomas (USA), è il compositore cinese Yikeshan Abudushalamu: classe 1985 Abudushalamu ha ricevuto 20.000 € per la realizzazione di una composizione per orchestra che prevede sei esecuzioni nel 2021: tre a Roma all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e tre nelle sedi delle orchestre partner. Inoltre, la composizione verrà pubblicata dalla casa editrice Universal Edition.

La giuria ha assegnato anche due menzioni d’onore: una al compositore coreano Hankyeol Yoon e un’altra al compositore cinese Bo Li.

“Dedicare un importante concorso di composizione musicale alla memoria di Luciano Berio è sembrato a tutti - afferma il Presidente-Sovrintendente dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia Michele dall’Ongaro - una grande occasione per rendere omaggio, non solo allo straordinario musicista ma anche a uno degli intellettuali più influenti del XX Secolo”.

Nella stessa stagione 2020/21 verrà eseguito un pezzo sinfonico di Berio e verrà organizzata una giornata di studio coordinata dal Centro Studi Luciano Berio, fondato nel 2009 da Talia Pecker Berio che afferma: “Il progetto è di reciproca dignità: quella della più antica Istituzione musicale italiana e dell’opera di un musicista che ha incarnato la contemporaneità senza confini nonché la dialettica tra epoche, generi e luoghi; quella di una gloriosa tradizione concertistica e di chi desiderava proiettarla nel futuro; quella di una nobile ‘casa della musica’ e di chi, con tenacia e lungimiranza, l’ha accompagnata nella moderna dimora di un ‘parco’ aperto a tutti. L’impostazione del Concorso, con una giuria mista genuinamente cosmopolita e il consorzio tra diverse Istituzioni, riflette lo spirito di Berio che credeva nel dialogo e nella collaborazione come principi di vita. La programmazione nella stagione 2020/21 di una delle sue più significative opere orchestrali ne sarà la diretta espressione”.

Related