"PER VOCI SOLE": AL TEATRO GRECO DI SIRACUSA è DI SCENA IL MITO
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

"PER VOCI SOLE": AL TEATRO GRECO DI SIRACUSA è DI SCENA IL MITO

È stata presentata questa mattina nella Sala Spadolini del Ministero dei beni culturali la stagione 2020 dell’Istituto Nazionale del Dramma Antico. Rinviata al 2021 la trilogia in programma quest’anno (Baccanti, Ifigenia in Tauride e Le Nuvole), la Fondazione Inda propone nella spettacolare cornice del Teatro Greco di Siracusa il percorso “Per voci sole”, fra miti classici e musica moderna, sostenuto da SIAE.

Tutti gli artisti coinvolti nell’edizione speciale 2020 debuttano al Teatro Greco cimentandosi con la tradizione classica, attraverso testi ispirati alle figure del teatro antico, e rielaborati da autori del Novecento, come Marguerite Yourcenar, Ghiannis Ritsos, Antonio Tarantino.

Gli artisti si esibiranno sul proscenio e sulla cavea del teatro, solo un numero limitato di spettatori vivrà l’emozione di sedere sulla scena.

A inaugurare la rassegna, venerdì 10 luglio, sarà il Maestro Nicola Piovani. Il Premio Oscar dirigerà la prima mondiale della riscrittura di L’Isola della Luce. Cantata per soli, coro e orchestra, su versi di Vincenzo Cerami. Lo spettacolo, in scena anche sabato 11 luglio, vedrà la partecipazione di Tosca (che ha appena conquistato due premi Tenco: quello per la Miglior Canzone con Ho amato tuttoe quello per Miglior Album di interprete con Morabeza), Massimo Popolizio e Maria Rita Combattelli. Piovani dirigerà 20 strumentisti e 12 coristi.

Venerdì 17 luglio l’appuntamento è con l’attrice Lunetta Savino in Da Medea a Medea da Euripide, traduzione e adattamento di Margherita Rubino e Antonio Tarantino. Le musiche saranno eseguite dal vivo dalla compositrice e pianista Rita Marcotulli. La cura registica è di Fabrizio Arcuri.

Il 25 luglio Lella Costa sarà protagonista di La vedova Socrate, con la regia di Stefania Bonfadelli: omaggio a Franca Valeri che il 31 luglio compirà 100 anni e che ha scritto, diretto e interpretato la sua pièce sin dal 2003, prima di cedere il testimone a Lella Costa.

Sabato 1 agosto Luigi Lo Cascio, reduce dal David di Donatello per l’interpretazione nel film Il traditore di Marco Bellocchio, sarà in scena al Teatro Greco nell’Aiace di Ghiannis Ritsos con musiche dal vivo di G.U.P. Alcaro.

Sabato 8 agosto Laura Morante si confronterà con quattro figure del dramma antico: Fedra, Antigone, Clitemnestra e Lena tratte da Fuochi di Marguerite Yourcenar. Ad accompagnarla i musicisti Rodrigo D’Erasmo (Afterhours) e Roberto Angelini. La cura registica è di Fabrizio Arcuri.

Il 22 agosto, Isabella Ragonese porterà in scena Crisotemi da Ghiannis Ritsos, in un dialogo con le musiche dal vivo di Teho Teardo, con al violoncello Giovanna Famulari e Laura Bisceglia. La cura registica è di Fabrizio Arcuri.

Domenica 30 agosto, l’artista Mircea Cantor, Premio Duchamp 2011, concluderà il programma con un’altra creazione originale in prima mondiale assoluta, The Sound of my Body is the Memory of my Presence, performance site specificche coinvolgerà gli allievi dell’Accademia del Dramma Antico in una sorta di rituale per celebrare il ritorno alla vita.

Dopo la performance, Lucia Lavia, Anna Della Rosa e Galatea Ranzi - oggi presenti in conferenza stampa - annunceranno gli spettacoli la prossima stagione con alcuni brani tratti da Baccanti, Ifigenia in Tauride e Le Nuvole. In video sarà presente Piera Degli Esposti e sarà consegnato a Eva Cantarella il Premio Eschilo d’oro alla carriera. Per la prima volta in cent’anni di storia quest’anno gli spettacoli dell’Inda,  in programma al Teatro Greco dal 17 luglio al 30 agosto, e limitati dall’emergenza sanitaria a soli 480 spettatori dal vivo, si potranno seguire gratuitamente in tutto il mondo in streaming, sia diretta sia in differita nei sette giorni successivi alla recita, collegandosi al sito della Fondazione.

"È stata una bella emozione sapere che l’Istituto Nazionale del Dramma Antico non avrebbe rinunciato ad aprire il Teatro agli spettatori questa estate. E mi fa particolarmente piacere - ha detto il Direttore Generale SIAE Gaetano Blandini nel conrso della conferenza stampa - che ad inaugurare la rassegna, venerdì 10 luglio, sia il Maestro Nicola Piovani, con il quale la Società Italiana degli Autori ed Editori condivide da anni le sue battaglie in difesa del Diritto d’Autore e a tutela di tutti gli Autori, di tutti coloro che creano bellezza e che oggi garantiscono ci sia quella bellezza nel nostro futuro".

Related