VOCI NELL'OMBRA: I VINCITORI DELLA XX EDIZIONE DEL FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL DOPPIAGGIO
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

VOCI NELL'OMBRA: I VINCITORI DELLA XX EDIZIONE DEL FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL DOPPIAGGIO

Si è conclusa sabato 12 ottobre con la serata d’onore sul palco del Teatro Chiabrera di Savona la XX edizione di Voci nell'Ombra - Il Festival internazionale del doppiaggio. La rassegna, diretta da Tiziana Voarino e sostenuta da SIAE, porta al centro della scena i doppiatori, gli adattatori e tutti i professionisti che stanno nell’ombra dell’industria cinematografica italiana, ma in un settore che dà lustro e valore alla cultura del paese, oltre che essere diventato un volano di crescita economica, come ha ricordato il Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, che ha aperto la kermesse. 

Un prestigio, quello di cui gode il doppiaggio italiano, riconosciuto in tutto il mondo e che è necessario preservare, come hanno sottolineato dal palco del Chiabrera il padrino del Festival Valerio Caprara e la stessa Tiziana Voarino, che ha lanciato l’Operazione Stella per richiamare l’attenzione sul futuro del festival stesso, bisognoso di attenzioni concrete per mantenere alta una qualità su cui hanno posto le basi di due fondatori Claudio G. Fava e Bruno Astori.

La serata, presentata da Maurizio di Maggio e da Patrizia Caregnato, ha visto tantissimi professionisti selezionati tra 52 nomination e premiati nella serata d'onore. La giuria di esperti, presieduta da Steve della Casa, con presidente onorario Enrico Lancia, ha visto la partecipazione di Baba Richerme, Renato Venturelli, Francesco Gallo, Alessandro Boschi, Fabio Melelli, Massimo Giraldi, Antonio Genna e Tiziana Voarino. 

Ai vincitori sono state consegnate le targhe e gli Anelli d’Oro, tutti premi disegnati e realizzati da artisti attivi in Liguria. Tra i nomi trionfanti nella serata di sabato, Dario Penne, voce tra gli altri di Anthony Hopkins ne Il silenzio degli innocenti, e Carlo Valli, che ha prestato la sua voce, tra gli altri, a Robin Williams, hanno ricevuto entrambi la Targa “Claudio G. Fava” alla carriera. Michele Gammino, voce, tra gli altri, di Harrison Ford, ha ottenuto la prima edizione della Targa “Maurizio Ancidoni”.

E ancora, Michele Kalamera, che sul palco del Chiabrera ha ritirato il premio alla Migliore Voce Maschile – Sezione Cinema per avere dato la voce a Clint Eastwood nel film Il corriere The Mule”. La Migliore Voce Femminile – Sezione Cinema è andata invece a Benedetta Degli Innocenti per Lady Gaga in A Star is Born.

L’Anello d’Oro per Miglior Doppiaggio Generale – Sezione Cinema è stato poi assegnato a Marco Guadagno per Bohemian Rhapsody. Il premio speciale “Una voce da Oscar”, realizzato da Paolo Pastorino, è stato assegnato ad Alberto Angrisano, doppiatore del premio Oscar Mahershala Ali in Green Book.

Nella sezione Televisione, la Miglior Voce Maschile è stata individuata in Michele Giuliani, doppiatore di Jon Snow ne Il trono di Spade, che sul palco ha incontrato anche il suo "collega" russo Diomid Vinogradov, che ha ritirato il primo Anello d’Oro internazionale della storia di “Voci nell’Ombra”. In televisione la Miglior Voce Femminile è stata quella di Eleonora Reti, Ursula Corbero ne La casa di carta.

La Targa “Bruno Astori” alla giovane voce d’eccellenza del doppiaggio è andata a Manuel Meli per Aladdin. Durante la serata è stato poi assegnato il Premio SIAE, destinato a un giovane adattatore di talento, a Enrica Fieno. A Gianluca Iacono, doppiatore di Gordon Ramsey, in Cucine da incubo, è andato invece il Premio ArtKitchens.

 

 

Related