Una striscia di terra feconda, il Premio SIAE ad Alessandro Lanzoni
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

Una striscia di terra feconda, il Premio SIAE ad Alessandro Lanzoni

Questa sera Una striscia di terra feconda, il festival franco-italiano di jazz e musiche improvvisate, si aprirà con la consegna del Premio SIAE al pianista Alessandro Lanzoni. L’appuntamento è alle 21 al Teatro Studio Gianni Borgna, nell’Auditorium Parco della Musica di Roma.

Classe 1992, Alessandro Lanzoni ha già alle spalle un percorso artistico di tutto rispetto con una significativa esperienza internazionale in Europa, America Latina, Israele e Stati Uniti, dove ha ricevuto recensioni lusinghiere. L’assegnazione del “Top Jazz 2013” come miglior nuovo talento dell’anno, attribuito dai più qualificati giornalisti italiani per la rivista Musica Jazz, lo ha collocato fra gli artisti di maggiore personalità del jazz italiano.

La carriera di Alessandro Lanzoni è iniziata a soli 14 anni con l’affermazione al Premio Massimo Urbani nel 2006 e proseguita due anni dopo con il primo premio al “Luca Flores” di Firenze, fino all’assegnazione del premio “Best Young Soloist” al prestigioso concorso “Martial Solal” di Parigi nel 2010.

Nell’ambito di Una striscia di terra feconda, il Premio SIAE è conferito dal 2014 al miglior giovane under 35 presente al festival, votato da una giuria composta da musicisti di chiara fama. Nelle precedenti edizioni sono stati premiati Enrico Zanisi, Julian Olivier Mazzariello e Gabriele Evangelista.

Nel 2018 il Premio SIAE, giunto al quinto anno, cambierà formula: in accordo con il prestigioso mensile Musica Jazz, verranno invitati a suonare in un’unica serata i primi tre giovani talenti emersi dalla graduatoria del Top Jazz, referendum annuale tra i più importanti critici italiani. Ognuno si esibirà alla testa della propria formazione e sarà valutato da una duplice giuria: quella del pubblico presente in sala e quella del festival, composta da quattro musicisti di chiara fama, dal direttore di Musica Jazz, dai direttori artistici e da un rappresentante di SIAE. Al termine del concerto e dopo lo spoglio della schede, sarà premiato il musicista più votato dal pubblico e quello prescelto dalla giuria di esperti. Entrambi i gruppi saranno invitati a suonare nell’edizione del 2019.

Foto: Andrea Boccalini e Niko Giovanni Coniglio

Related