Una striscia di terra feconda, stasera la consegna del Premio SIAE
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

Una striscia di terra feconda, stasera la consegna del Premio SIAE

Stasera, alla Casa del Jazz di Roma, sarà assegnato il Premio SIAE 2019, conferito ai primi tre classificati del referendum "Top Jazz" indetto dal mensile Musica Jazz: Federica Michisanti (contrabbasso), Giampiero Locatelli (pianoforte), Cecilia Sanchietti (batteria). Una giuria internazionale sceglierà inoltre il gruppo più innovativo e originale, il cui leader sarà invitato nel 2020 con un nuovo progetto.

Giampiero Locatelli col suo Right away project sarà sul palco con Gabriele Evangelista (contrabbasso) ed Enrico Morello (batteria). Federica Michisanti si esibirà con il suo Horn Trio con Francesco Bigoni (sax tenore e clarinetto) e Francesco Lento (tromba flicorno). Infine Cecilia Sanchietti presenterà il  suo secondo album La Terza Via – The third side of the coin con Pierpaolo Principato (pianoforte), Marco Siniscalco (basso elettrico), featuring Nicolas Kummert  (tenor sax). A seguire il concerto di Pierrick Pedron Quartet con ospite Rosario Giuliani. 

Una striscia di terra feconda, giunto alla sua ventesima edizione, è un festival franco-italiano di jazz e musiche improvvisate, inventato e diretto da Armand Meignan e Paolo Damiani. Diversi gli incontri franco-italiani, e le produzioni originali pensate per il festival, con artisti di primo piano e giovani talenti dei due Paesi.

Il festival ha anche consentito, grazie al sostegno della rete AFIJMA/AJC, di far suonare molti musicisti italiani nei più grandi festival francesi. Da diversi anni infatti la rassegna ha un ritorno in Francia: serate denominate Una striscia di terra feconda vengono organizzate in seno all'AJC, federazione di oltre 70 festival francesi, e permettono a diversi gruppi italiani di farsi meglio conoscere in Francia. Quella delle produzioni originali è forse la caratteristica principale del festival, non solo relativamente ai concerti dei giovani musicisti ma anche per quelli dei solisti più affermati, invitati ad inventare qualcosa di particolare e inedito. 

 

Related