Un incontro sulla blockchain agli Awords organizzati da Lega Serie A e SIAE all’Ara Pacis di Roma
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

Un incontro sulla blockchain agli Awords organizzati da Lega Serie A e SIAE all’Ara Pacis di Roma

“SIAE e blockchain. La strana coppia” è il titolo del panel che si è svolto questa mattina all’Ara Pacis di Roma nell’ambito degli Awords, l’evento organizzato dalla Lega Serie A e dalla Società Italiana degli Autori ed Editori in occasione della finale di Coppa Italia.

Nel suo intervento, il Direttore Generale SIAE Gaetano Blandini ha sottolineato l’importanza della blockchain sia per la tutela del diritto d’autore che per lo sport, anche per combattere la pirateria. “Siamo onorati che il nostro nome sia associato a quello della Lega Calcio in questo evento – ha aggiunto Blandini - La Società Italiana degli Autori ed Editori negli ultimi dieci anni ha fatto enormi passi avanti e oggi ha ridotto i costi del 30% incassando il 25% in più. Anche per questo siamo in grado di fare nuove scommesse sulla tecnologia. Con questo obiettivo sosteniamo la ricerca dell’Università di Roma La Sapienza sulla blockchain perché senza ricerca non ci possono essere soluzioni ai problemi. L’industria culturale è diventata sempre più importante e per questo i contenuti vanno protetti”.

Ha partecipato al panel anche Gian Luca Comandini, uno dei maggiori esperti italiani di blockchain e criptovalute, di cui è uno dei principali divulgatori. “La blockchain sarà più trasversale di internet e darà un valore aggiunto al web - ha detto Comandini – Se a tutto ciò aggiungiamo la parola ‘diritti’ si apre un mondo”.

“La blockchain porta ad un’economia molto più disintermediata - ha commentato Matteo Fedeli, direttore della Divisione Musica di SIAE – Noi siamo un intermediario e dobbiamo tutelare gli aventi diritto evitando che un grande cambiamento diventi qualcosa che dobbiamo subire. Per questo vogliamo interpretare al meglio la trasformazione del mondo dell’intermediazione. Sarà importantissimo essere l’interfaccia tra gli aventi diritto e la blockchain. È una strada complessa ma che porterà a dei risultati importanti e che percorreremo gradualmente nei prossimi anni”.

Related