A UN ANNO DALLA SCOMPARSA, L'ITALIA RICORDA PINO DANIELE. E IN MARZO LA MOSTRA AL MUSEO DELLA PACE DI NAPOLI
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

A UN ANNO DALLA SCOMPARSA, L'ITALIA RICORDA PINO DANIELE. E IN MARZO LA MOSTRA AL MUSEO DELLA PACE DI NAPOLI

A un anno dalla morte di Pino Daniele, l’Italia e Napoli in particolare hanno ricordato l’amato cantautore con mostre fotografiche, eventi, flash mob, da piazza del Plebiscito alla strada del centro storico che gli è stata intitolata, e sulla quale da oggi campeggia un’installazione che riproduce la sua chitarra.

Anche sui social network la scomparsa è stata celebrata dai colleghi, dai fan, dalle radio. Entro marzo, probabilmente il 19, che era la sua data di nascita, sarà inaugurata una sezione permanente del Museo della Pace dedicata a Pino Daniele, e ne occuperà sette sale con installazioni interattive, megaschermi touch screen, video mapping, la ricostruzione dello studio dell’artista e un ologramma che darà l’illusione visiva di rivederlo suonare. Una sezione museale permanente che sarà chiamata “Pino Daniele Alive”.

Stasera si apre con un ricordo dell’artista il tradizionale concerto dell’Epifania al teatro Mediterraneo, che Rai Uno manderà in onda domani alle 9,30. Anche il concerto speciale dedicato ai bambini organizzato dal San Carlo per il 6 gennaio proporrà brani di Pino Daniele accanto a quelli del repertorio classico.

SIAE sostiene la Fondazione Pino Daniele Trust, l’ente no profit che opera in favore dei bambini e degli adolescenti malati di cancro e che promuove iniziative culturali e musicali, con sei borse di studio legate a un progetto di formazione didattica destinato agli under 35 in possesso del diploma accademico di primo livello conseguito presso un conservatorio italiano o di un titolo equivalente internazionale conseguito in un’accademia musicale.

Related