A tutto volume, a Ragusa torna la festa dei libri. Serena Dandini apre la rassegna
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

A tutto volume, a Ragusa torna la festa dei libri. Serena Dandini apre la rassegna

Le piazze, i vicoli, le strade, i palazzi storici di Ragusa, da venerdì 16 fino a domenica 18 giugno, si trasformeranno in palcoscenici e teatri all’aperto per ospitare la rassegna letteraria A tutto volume.

Dal pomeriggio fino a sera, ogni angolo del centro storico di Ragusa e di Ibla, il quartiere dall’anima barocca, sarà animato da incontri con i numerosi grandi scrittori protagonisti di questa ottava edizione assieme al pubblico di turisti, lettori e appassionati che ogni anno partecipa sempre più numeroso. 

Potranno scegliere tra la varietà dei generi e degli argomenti proposti, vero tratto distintivo della rassegna che spazia dalla narrativa alla saggistica, dal fumetto alle inchieste, dal racconto delle storie personali alle riflessioni sui grandi temi sociali, dalla scienza alla cucina. La notte si terranno reading e performance originali su palchi a forma di tomi giganti. C’è anche la sezione dedicata a bambini e ragazzi.

Fare cultura in questi luoghi insoliti, intrisi di arte e di storia, è la scommessa vinta da Alessandro Di Salvo, ideatore e organizzatore di A tutto volume. E chi meglio di Serena Dandini per dare il via a questa festa dei libri con l’incontro dal titolo evocativo Scrivere, camminare, fiorire? Ne conversa con Paolo Di Paolo, uno dei quattro guest director della manifestazione. E’ proprio passeggiando per le vie di una città che la poliedrica autrice ha preso ispirazione per scrivere il suo ultimo libro Avremo sempre Parigi dove ha svelato le suggestioni provate, ha raccontato storie e personaggi indimenticabili. Lo ha fatto in modo originale, alla sua maniera: “È colpa di Parigi se le mie passeggiate sentimentali sono in disordine alfabetico. Sono troppe le suggestioni e le presenze che si aggirano per la città per mantenere fede a un dizionario canonico. Il vento del Nord, che in certe sere d’autunno diventa forte e dispettoso, mi coglie sempre di sorpresa scompigliandomi i pensieri e soprattutto le lettere.” 

Tre giorni, sette sezioni – director’s cut, history telling, masterclass, fantasy lab, social upgrade, biography, taste ok life – e un fitto intreccio di luoghi, orari, libri, scrittori. Tra i tanti, Piero Dorfles, Lisa Hilton, Antonella Lattanzi, Francesco Recami, Lorenzo Marone, Peter Gomez, Ernesto Galli della Loggia, Gianni Minà, Marcello Fois e Gad Lerner che chiude la rassegna. 

Related