Al via oggi la XII edizione di Cortinametraggio, il festival del cinema breve
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

Al via oggi la XII edizione di Cortinametraggio, il festival del cinema breve

Tutto pronto per Cortinametraggio, la rassegna che da dodici anni valorizza e promuove il cinema breve italiano. L’edizione 2017, in scena da oggi al 26 marzo a Cortina, si presenta ricca di sorprese, anteprime assolute e attesissimi ospiti come Maria Grazia Cucinotta, Gabriella Pession, Elena Sofia Ricci, Tosca D’Aquino, Michela Andreozzi, Tea Falco. E ancora: Alessandro Preziosi, Giorgio Pasotti, Luigi Lo Cascio, Alessandro Capitani, Lillo del duo Lillo & Greg, affiancati da personalità del panorama musicale, da Michele Braga, compositore noto delle musiche di Lochiamavano Jeeg Robote di Smetto quando voglio 2, a Joan Thiele talento emergente della musica italiana, da Tommaso Paradiso, leader del gruppo dei Thegiornalisti a Matteo Maffucci degli Zero Assoluto.

Dopo un'attenta selezione a cura dell’organizzatrice Maddalena Mayneri, del direttore artistico Vincenzo Scuccimarra, in calendario ci sono quindici corti di commedia, scelti su un totale di 450: la sezione Cortinacomedy e dintorni offrirà non solo occasioni per divertire ma anche per conoscere personaggi, storie e luoghi curiosi e marginali, ai quali si aggiunge la proiezioni di tre web series, scelte su 50, esempi diversi di serialità in cui alla voglia di stupire si è sostituita la voglia di narrare anche in pochi minuti storie buffe e misteriose. Quest’anno Cortinametraggio dedica poi una sezione ai videoclip, coordinata da Cosimo Alemà che ne ha selezionati 20, scelti tra i 200 ricevuti, regalando così una panoramica sul videoclip italiano, prodotto sempre più innovativo dell’industria culturale.

“Questa edizione – sottolinea il direttore artistico Scuccimarra - conferma che registi, attori, sceneggiatori, autori della fotografia e musicisti, non solo iniziano facendo corti ma continuano, una volta affermati, a dedicarsi al formato breve per essere liberi di esprimersi al meglio senza i vincoli, i tempi e i condizionamenti delle produzioni più impegnative”.

Qui il programma della rassegna.

 

Related