Tutte le novità del 61° Festival dei Due Mondi di Spoleto
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

Tutte le novità del 61° Festival dei Due Mondi di Spoleto

E’ stato presentato dal direttore Giorgio Ferrara, questa mattina al Museo Maxxi di Roma, il programma della 61° edizione del Festival dei Due Mondi di Spoleto che si svolgerà dal 29 giugno al 15 luglio.

Sarà l’opera lirica in dieci quadri Il Minotauro, commissionata alla compositrice Silvia Colasanti, ad inaugurare il 29 giugno la manifestazione che conferma il suo carattere originale e il suo prestigio internazionale. Un Festival, come ha detto Giorgio Ferrara, “che include e non esclude”. E’ una produzione del Festival anche l’oratorio drammatico Jeanne d’Arc au Bûcher di Arthur Honegger e Paul Claudel che chiuderà la manifestazione in Piazza Duomo. Il ruolo della protagonista sarà affidato al Premio Oscar Marion Cotillard.

Numerosi gli eventi inseriti in cartellone. I Concerti di mezzogiorno saranno eseguiti dai giovani talenti provenienti dai maggiori conservatori italiani e vincitori del Premio Nazionale delle Arti, mentre i Concerti della Sera saranno a cura del Conservatorio "Francesco Morlacchi" di Perugia. Una coproduzione internazionale, alla quale ha contribuito il Festival di Spoleto, porta in scena la nuova versione di The Beggar’s Opera di John Gay e Johann Christoph Pepusch, con l’ideazione musicale di William Christie e la regia di Robert Carsen.

La danza è rappresentata dai coreografi Lucinda Childs, Jean-Claude Gallotta e John Neumeier. Alla sezione Teatro, partecipano, fra gli altri, Adriana Asti, Corrado Augias, Alessandro Baricco, Franco Branciaroli, Lucia Calamaro, Romeo Castellucci, Victoria Chaplin Thierrée e Aurélia Thierrée, Rezo Gabriadze, Emilio Gentile, Marco Tullio Giordana, Manuela Kustermann, Silvio Orlando, Ugo Pagliai, Massimo Popolizio, Letizia Renzini, Daniele Salvo.

Prosegue la ormai decennale collaborazione con l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica "Silvio d’Amico" e con le principali scuole di teatro europee con il progetto "European Young Theatre", una grande palestra della creatività, per i futuri protagonisti del teatro in Italia e nel mondo. Continua anche la sinergia tra la Società Italiana degli Autori ed Editori e il Festival dei Due Mondi di Spoleto nell’impegno per la valorizzazione del patrimonio culturale e per la promozione della creatività del nostro Paese. Quest’anno SIAE, in collaborazione con l´Accademia Nazionale d´Arte Drammatica, assegna un premio di produzione, rivolto ai giovani diplomati, per il progetto di uno spettacolo teatrale. Il Premio è intitolato a Carmelo Rocca, storico direttore dello spettacolo dal vivo e del cinema del MIBACT, nonché presidente e membro del Consiglio di Amministrazione dell'Accademia, istituzione che ha sempre seguito e sostenuto con particolare intelligenza e attenzione il debutto e l´immissione professionale delle giovani generazioni di attori e registi.

Lo spazio "pop" che il Festival offre al suo pubblico è affidato quest’anno a Francesco De Gregori. Dopo Edoardo Bennato e Fiorella Mannoia, il cantautore poeta sarà infatti protagonista il 7 luglio a Spoleto.

 

Related