Trecento musicisti alla conquista di Milano: parte oggi Jazzmi in 120 luoghi della città
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

Trecento musicisti alla conquista di Milano: parte oggi Jazzmi in 120 luoghi della città

Da oggi al 15 novembre Milano si trasforma in capitale del jazz e accoglie 320 artisti – tra grandi nomi nazionali e internazionali e giovani promesse - protagonisti di ottanta concerti aperti alla contaminazione e alle declinazioni musicali più nuove: dai rapporti con l’elettronica al ritorno popolare dello swing.

Ideato e prodotto da Teatro dell'Arte e Ponderosa Music & Art con il contributo di SIAE, JazzMi è diretto da Luciano Linzi e Titti Santini e si propone come festival diffuso. Sono 120 eventi tra concerti, mostre, incontri, workshop e rassegne, per un programma che include momenti di approfondimento, di divulgazione, di didattica per tutte le età, incontri pubblici con musicisti, produttori, mostre e proiezioni di film per dare visibilità alle realtà cittadine che si occupano di jazz, dalle scuole alle associazioni, dalle rassegne ai club.

I punti nevralgici della rassegna sono Il Teatro dell’Arte e il Blue Note, ma anche Santeria Social Club con il sound turco-newyorkese di Ilhan Ersahin e gli Istanbul Session, Base Milano con la festa electro-swing insieme ai Swingrowers, Salumeria della Musica con il live di Kandance Springs e Magnolia, dove suoneranno i Vapors of Morphine.

Giovani artisti jazz si esibiranno in location d’eccezione come il Museo del Novecento, la Pinacoteca di Brera, Palazzina Liberty, Palazzo Litta, Casa Verdi.

Il festival parte oggi dal Belvedere Jannacci sul Pirellone, arriverà al MUDEC, dove è in corso la mostra dedicata a Basquiat. A inaugurare la kermesse Ron Carter, il Maestro del contrabbasso jazz, David Sanborn & The Christian McBride Trio.

Il Teatro dell’Arte ospiterà un fitto programma di concerti (Claudio Fasoli Quartet, The Aziza Quartet, Christian Scott, Gianni Cazzola Quintet, Sons of Kemet, John Scofield, JUNUN il progetto musicale di Jonny Greenwood…) mentre al Blue Note sono di scena i live di Tino Tracanna & Acrobats Quintet, John Pizzarelli, Freddy Cole, Randy Brecker & Balaio, Paolo Belli & Big Band, Jeremy Pelt, Ameen Saleem.

Il Teatro dal Verme vedrà esibirsi Richard Galliano e Dee Dee Bridgewater, alla Sala Verdi del Conservatorio il concerto di Paolo Fresu & Uri Cane.

Related