Visioni fuori raccordo, appuntamento al Teatro Palladium di Roma
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

Visioni fuori raccordo, appuntamento al Teatro Palladium di Roma

Da oggi al 19 novembre torna a Roma Visioni Fuori Raccordo – Rome Documentary Fest, l’unico festival romano dedicato al cinema documentario con molti film italiani e internazionali in anteprima ed eventi speciali, che giunge quest'anno alla decima edizione. L’appuntamento è per oggi e per venerdì 17 novembre all’Apollo Undici, in via Nino Bixio, 80 /A. Il festival prosegue sabato e domenica al Teatro Palladium, in Piazza Bartolomeo Romano 8.

Sostenuto dalla Società Italiana Autori ed Editori e dalla Regione Lazio – Assessorato alla Cultura, la manifestazione, come da tradizione, vuole presentare al pubblico un vasto panorama della produzione italiana recente e una selezione di titoli internazionali in anteprima. Alle proiezioni, il festival accompagna momenti di confronto tra autori, critici e professionisti del settore, con focus tematici, retrospettive ed eventi pensati per promuovere le nuove firme dell'audiovisivo.

La sezione HomeLANDS propone attaverso sei pellicole una raffinata selezione fra i migliori film del panorama internazionale, tornando prima di tutto “alla patria comune del genere umano: il corpo”, come affermano i curatori della sezione Fabio Mancini e Laura Romano. Visioni Fuori Raccordo presenta inoltre a Roma nove film italiani in concorso accompagnati dai loro registi, offrendo uno sguardo complessivo su storie di lotte e di sfide che dai molti angoli del mondo meritano di essere raccontate.

Saranno l’attrice e regista Valentina Carnelutti, il giornalista e critico cinematografico Roberto Silvestri e il regista e docente di regia Daniele Vicari i tre giurati della decima edizione di Visioni Fuori Raccordo che decideranno il miglior documentario italiano. I lavori della giuria, come ogni anno, saranno registrati e, dopo la premiazione, pubblicati sul sito del festival.

Il Premio al Miglior Documentario sarà assegnato dalla Giuria e offerto da AAMOD - Archivio Audiovisivo del movimento operaio e democratico e consisterà in 3 minuti di materiale d’archivio del valore di 4.500 euro. Per i film italiani in concorso è previsto anche il Premio Cinema del Reale. Il regista e direttore Paolo Pisanelli dell’omonimo Festival selezionerà un documentario della sezione Concorso Italiano che sarà invitato e premiato alla XV edizione della Festa di Cinema del Reale, in programma il prossimo luglio 2017 a Specchia, nel Salento.

Il programma è disponibile sul sito del Festival http://www.fuoriraccordo.it/

Visioni Fuori Raccordo è partner della mostra “Cecilia Mangini - Visioni E Passioni. Fotografie 1952-1965” ospitata dal Museo delle Civiltà - Arti e Tradizioni Popolari di Roma e dedicata alla regista Cecilia Mangini che quest’anno compie novant’anni. La Mangini è una delle figure più significative della storia del cinema italiano, inarrestabile pioniera del cinema del reale: prima donna a girare documentari nel dopoguerra, l'autrice di capolavori come Ignoti alla città, Stendalì e La canta delle marane, realizzati in collaborazione con Pier Paolo Pasolini, ha raccontato dalla fine degli anni Cinquanta alla metà dei Sessanta un'Italia divisa tra boom economico e contraddizioni sociali. Dato il successo dell’esposizione la mostra è stata prorogata fino al prossimo 30 novembre. Presentandosi al botteghino con il programma del festival il pubblico avrà diritto alla riduzione del biglietto d’ingresso.  

Related