Torna Spring Attitude: tre giorni dedicati alla musica elettronica e alla cultura contemporanea
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

Torna Spring Attitude: tre giorni dedicati alla musica elettronica e alla cultura contemporanea

Dal 19 al 21 maggio torna Spring Attitude, il Festival di musica elettronica e cultura contemporanea.

Il MAXXI, l’Ex Caserma di via Guido Reni e Spazio Novecento di Roma sono i teatri della tre giorni dedicata al panorama della sperimentazione artistica che, anche per questa settima edizione, si presenta con una line up ricca di nomi nazionali e internazionali: AIR, Gold Panda, Pantha du Prince, Matthew Herbert, Clap! Clap! e molti altri.

Giovedì, l’apertura al Museo delle Arti del XXI secolo con la performance di videomapping di ALTERA LVSS sull’architettura del MAXXI e “SPRING + ON”, progetto dedicato a opere dal vivo nate in contesto ibrido e multilingue. A seguire: il live act di Davic Nod, la perfomance audiovisiva di John Duncan e l'anteprima di “The right place where not to be”, progetto audio/video sviluppato da Alessandro Gianvenuti grazie alle musiche di Giorgio Gigli.

Le atmosfere dell'elettronica continuano con il lavoro dei None, collettivo artistico capitolino: un allestimento innovativo composta da un tunnel interamente formato da specchi, video e luci accompagnerà il pubblico in un viaggio nel mondo onirico. Venerdì 20 maggio, Spring Attitude si sposta all’Ex Caserma di via Guido Reni. Tra i protagonisti: il musicista e sound artist Francesco Giannico, il compisotore, scrittore e  fondatore dei La Crus, Alex Cremonesi,  il collettivo milanese Otolab. Dalla Francia, invece, arrivano gli AIR, duo composto da Nicolas Godin e Jean-Benoit Dunckel, in calendario per sabato 21 maggio allo Spazio Novecento di Roma, per domenica, invece, festa di chiusura con i dj GO DUGONG e Swoosh.

Le novità per l’edizione 2016 non sono solo sinonimo di sperimentazione. Per la prima volta, il Festival riserva uno spazio per la formazione con la sezione “Educazione”, in collaborazione con la Roma University of Fine Arts, che offre tre workshop sulla relazione tra suono e arti visive e con l'appuntamento al Museo Explora dove si terrà “Mi ricordo un suono”, il laboratorio per tutta la famiglia per rappresentare attraverso la musica l’ambiente cittadino.

Il programma completo degli eventi è sul sito www.springattitude.it

Related