Al Teatro Romano di Ostia la seconda edizione della rassegna "Il Mito e il Sogno"
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

Al Teatro Romano di Ostia la seconda edizione della rassegna "Il Mito e il Sogno"

Torna la seconda edizione della rassegna Il Mito e il Sogno, manifestazione sostenuta da SIAE che porta i grandi nomi dell’intrattenimento e della cultura al Teatro Romano di Ostia, dal 30 giugno al 30 luglio.

L’apertura ufficiale è affidata alla prima assoluta de La nascita di Roma, lezione-spettacolo con l’archeologo Andrea Carandini, e le voci di Anna Bonaiuto e Massimo De Francovich per le letture dei testi: uno show inedito che si inserisce di diritto nella programmazione del festival, e che trasforma la leggenda di Roma in un vero e proprio story telling. La rassegna continua con Mamma Mia!, la nuova produzione di Massimo Romeo Piparo con un cast di oltre 30 artisti (tra cui Luca Ward, Paolo Conticini, Sergio Muniz, Sabrina Marciano, Eleonora Facchini).

Dopo le numerose presenze nei maggiori teatri e festival internazionali, il 10 luglio, Spellbound Contemporary Ballet si esibisce con lo spettacolo Rossini Ouvertures, per celebrare la figura artistica e umana del grande compositore italiano di cui ricorreranno i 150 anni dalla morte nel 2018.

Devendra Banhart, l’11 luglio, accompagnato dalla sua band presenta il nuovo disco Ape in Pink Marble - il nono della discografia - scritto, prodotto, arrangiato e registrato a Los Angeles dall’artista americano insieme ai suoi collaboratori di lunga data, Noah Georgeson e Josiah Steinbrick. Si passa poi alla serata dedicata ai Pink Floyd, con Atom Heart Mother (capolavoro della formazione londinese uscito nel 1970). Il 21 luglio, protagonisti sono infatti i Pink Floyd Legend che ripropongono alcuni tra i più grandi successi del gruppo britannico, accompagnati da coro e orchestra.

Il giorno successivo spazio alla danza con Eleonora Abbagnato in Carmen, balletto in due atti di Amedeo Amodio sulle note dell’opera di Bizet. Tra i principali interpreti della rinascita della musica moderna francese, gli AIR (Amour, Imagination, Rêve) salgono sul palcoscenico di Ostia Antica il 24 luglio, con un mix tra elettronica, rock psichedelico e inflessioni jazz.

Il 26 luglio, l'opera incontra il pop con i soprani di Incanto Quartet (Rossella Ruini, Laura Celletti, Francesca Romana Tiddi e Claudia Coticelli); il 27 luglio va in scena l’unione di coro, pianoforti e percussioni e giochi di fuoco per l’opera di Carl Orff, Carmina Burana - Cantiones Profanae; il 28 luglio in calendario c’è il jazz del Paolo Fresu Quintet; il 29 invece fa tappa al Teatro Antico Marco Masini e il suo Spostato di un secondo Tour. Chiude la kermesse Moni Ovadia, che il 30 luglio presenta La cantata della grecità. L'età dei miti senza età.

Dal 3 agosto al 5 settembre, il Festival continua con l'Arena Cinema, con prime visioni e grandi classici.

Qui tutte le informazioni.

Related