SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE, DOMANI AL BRANCACCIO LO SPETTACOLO DE L’ARTE NEL CUORE ONLUS
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE, DOMANI AL BRANCACCIO LO SPETTACOLO DE L’ARTE NEL CUORE ONLUS

Non rassegnarsi mai alla violenza. È con questo messaggio che gli allievi dell’Accademia L’Arte nel Cuore Onlus dedicano lo spettacolo di domani sera ai bambini siriani e a tutte le vittime di guerra. Dalle 20,30 gli studenti diversamente abili e normodotati dall’Accademia di Daniela Alleruzzo portano sul palco del Teatro Brancaccio di Roma una rilettura in chiave moderna del capolavoro shakespeariano Sogno di una notte di mezza estate. Ermia, Lisandro, Elena, Demetrio e l’immancabile folletto Puck prendono vita con la regia di Marta Iacopini, le coreografie di Francesca Cinanni e Carmen De Sandi, i costumi di Annalisa Di Piero, la scenografia di Pasquale Cosentino: un appuntamento che si inserisce all’interno di un più ampio progetto che vede l’Associazione impegnata sul tema dei diritti umani, in particolar modo sulla tutela dei bambini nei conflitti internazionali. «La guerra non è un gioco, - condanna la presidente Alleruzzo – e nessun adulto ha il diritto di interrompere i sogni di un bambino, cioè la vita». In occasione dello spettacolo, L’Arte nel Cuore omaggerà l’impegno di Unicef consegnando al direttore generale di Unicef Italia Paolo Rozera una maglia autografata da tutti gli allievi dell'Accademia, un riconoscimento che vuole scardinare l’uguaglianza tra normalità e violenza, purtroppo consolidata in molti paesi. Sogno di una notte di mezza estate è realizzato nell'ambito del progetto Laboratorio teatrale integrato per persone disabili adulte, finanziato da Roma Capitale Dipartimento Politiche Sociali, Sussidiarietà e Salute, e riceve il sostegno di SIAE.

 

Related