CONTINUANO LE ADESIONI ALL' APPELLO IN DIFESA DEL DIRITTO D'AUTORE
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

CONTINUANO LE ADESIONI ALL' APPELLO IN DIFESA DEL DIRITTO D'AUTORE

Continuano le adesioni alla Lettera Aperta di tutta la comunità degli Autori promossa da SIAE per sostenere il  diritto d'autore e tutelare l'identità culturale italiana nel mondo  digitale. Oltre al sostegno degli artisti del MEI - Meeting delle  Etichette Indipendenti, si sono aggiunti tra i firmatari Giovanni Minoli, Giuseppe Tornatore, Gian Piero  Alloisio, Dario Baldan Bembo, Barbara Berengo-Gardin, Massimo Bubola,  Mariano Caiano, Ricky Gianco, Luca Carboni, Ivan Cattaneo, Claudio Cojaniz, Teresa De Sio, Romano Farinatti, Silvio Maestranzi, Floriana Marchese, Claudio  Mattone,  Pinuccio Pirazzoli, Maria Antonietta Sisini, Sara Talarico (in arte Sara Iveco), Roberta Torre.

L'iniziativa è nata dopo che lo scorso 22 aprile, a Ginevra, il  Presidente della Confederazione Internazionale delle Società di Autori e Compositori (CISAC), Jean Michel Jarre, aveva dichiarato: "In futuro non ci sarà un mercato di contenuti se i creatori non saranno in grado di crearli. Dobbiamo proteggere chi crea questi contenuti. Proteggerli vuol dire proteggere il loro diritto ad avere una equa remunerazione  per il loro lavoro". Prima di lui, nel 2009, il suo predecessore Robin Gibb, indimenticabile leader dei Bee Gees, al Congresso Mondiale sul  diritto d'autore di Washington aveva evidenziato che "il diritto  d'autore non è una barriera al progresso ma un facilitatore della  creatività e della comunicazione. Un diritto d'autore forte non  ostacola lo sviluppo dell'utopia digitale che Google, Microsoft ed  altri promettono. Il diritto d'autore promuove questo sviluppo. Senza  tutela del diritto d'autore sarebbe il caos, che costituirebbe un  insormontabile ostacolo per il progresso".

Related