Report CISAC 2018: SIAE in sesta posizione tra le società di collecting del mondo
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

Report CISAC 2018: SIAE in sesta posizione tra le società di collecting del mondo

Bilancio positivo per tutte le società di gestione collettiva, che nel 2017 hanno incassato complessivamente 9,6 miliardi di euro, con una crescita del 6,2% rispetto all’anno precedente. Per il quinto anno consecutivo aumentano su scala globale gli incassi per diritto d'autore, registrando, dal 2013, una crescita complessiva del 28.2%. È quanto emerge dai dati presenti nel Global Collections Report 2018, pubblicato oggi da CISAC. 

Gli ottimi risultati registrati in tutte le regioni e su tutti i repertori creativi dimostrano, ancora una volta, che il modello delle società di gestione collettiva come SIAE si conferma vincente su scala globale, nonostante le sfide. “Questa performance straordinaria è la prova che le società degli autori contribuiscono a portare valore ai milioni di creatori che rappresentano in tutto il mondo. Le società di collecting hanno risposto prontamente ai rapidi cambiamenti tecnologici, fornendo licenze ai servizi digitali attraverso modalità nuove e flessibili e gestendo migliaia di miliardi di transazioni di dati. E continuano a lottare per ottenere i migliori termini di licenza, e le royalties più alte possibili, in un mondo in cui potenti utilizzatori sono determinati ad evitare, o a ridurre al minimo, il pagamento del giusto compenso per le opere dei creativi” ha commentato il Direttore Generale di CISAC, Gadi Oron. 

La raccolta, per gli organismi di gestione collettiva, cresce infatti anche sul digitale, segnando un +24% rispetto al 2016 e raggiungendo quota 1,27 miliardi di euro. Un risultato significativo, ma, come sottolinea Gadi Oron, sul versante del digitale "c'è ancora tanto da fare. Nonostante l'aumento delle royalties digitali, queste rappresentano soltanto il 13% della raccolta globale. Questa percentuale dovrebbe essere decisamente più alta. Alcuni dei più grandi utilizzatori digitali del mondo stanno assorbendo ingenti ricavi, senza riconoscere il giusto compenso ai creativi. Il voto del Parlamento Europeo sulla proposta di Direttiva sul Copyright è un passo importante per far cessare questa ingiustizia". 

La battaglia contro il Value Gap, al centro del dibattito sulla Direttiva Europea sul Copyright e che ha visto le collecting europee unite nella campagna Europe For Creators, è centrale nel documento di  CISAC.  "Il voto dell'Europarlamento mi rende fiero di essere europeo" dichiara nel Report il Presidente di CISAC Jean-Michel Jarre. "C'è un messaggio - aggiunge Jarre - che deve arrivare al resto del mondo: se l'Europa, dopo quattro anni di dibattito, decide di risolvere la questione del Transfer of Value, allora è ora che anche gli altri governi provvedano a sedersi a un tavolo e a seguirne l'esempio"

Le società di collecting europee si confermano leader nell’intermediazione del diritto d’autore e rappresentano ben il 56,4% del totale dei proventi. SIAE, nella top ten mondiale, si mantiene stabile al sesto posto, posizione che ha guadagnato dal 2012. SIAE porta l’Italia sul gradino più alto del podio per il repertorio lirico e teatrale, che registra un aumento del +2.8%. In aumento anche gli incassi per la musica (+0.6%), dove SIAE si attesta al sesto posto. Si continua a crescere anche nelle arti figurative (+1.2%) e nelle opere letterarie (+24.8%), che vedono i repertori italiani collocarsi rispettivamente al quinto e al settimo posto. Risultati positivi che contrastano con il forte calo registrato nel settore audiovisivo: nonostante il nostro Paese mantenga la terza posizione, subisce una perdita del 31,8% rispetto all’anno precedente. Questo dato si riflette sulla crescita complessiva dei proventi che, nel confronto con il 2016, segna un -2,7%. Come spiega il Report di CISAC, il calo in Italia è dovuto sia al venir meno di importanti conguagli per anni precedenti, che avevano determinato un’impennata degli incassi nel 2016, che ad “un contenzioso che ha riguardato un’importante emittente televisiva che è sfociato nella cessazione dei pagamenti dei diritti nel 2017”.

CISAC (Confederazione Internazionale delle Società di Autori e Compositori) è un’organizzazione non governativa e senza scopo di lucro con sede a Parigi. Fondata nel 1926 per la tutela del diritto d'autore nel mondo, CISAC raggruppa 239 Società di Autori appartenenti a 121 Paesi e rappresenta oltre 4 milioni di creatori di tutti i repertori artistici. CISAC è impegnata nella diffusione dei principi fondanti del diritto d'autore, nella promozione della tutela dei diritti dei creatori di tutto il mondo e nel coordinamento delle attività dei propri membri, anche mediante la creazione di standard internazionali che favoriscano gli scambi di informazioni e dati fra le Società. 

Related