Rock Contest 2016: vincono gli Handlogic
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

Rock Contest 2016: vincono gli Handlogic

Gli Handlogic, trio fiorentino composto dai giovanissimi Lorenzo Pellegrini, Leonard Blanche e Vieri Cervelli Montel, sono i vincitori del 28° Rock Contest. Il gruppo, dal sound elettronico e minimale, si è aggiudicato il premio di 3.000 euro da investire nel proprio progetto artistico che rimanda alla scena alternativa britannica e a quella r&b e neo soul contemporanea.

Nelle sue motivazioni la giuria formata, tra gli altri, da Alberto Ferrari (Verdena), Iosonouncane, Colapesce, Giulio Favero deI Teatro degli Orrori, Max Collini, da 15 giornalisti musicali e dal pubblico, ha evidenziato “la maturità compositiva, l’accuratezza degli arrangiamenti e dell’esecuzione, la particolarità delle atmosfere proposte”.

Ai vincitori è stato subito proposto un contratto discografico offerto da Pippola Music, etichetta fiorentina scopritrice di artisti quali Brunori Sas e Dimartino. Gli Handlogic sono stati invitati inoltre a partecipare in qualità di ospiti speciali al prossimo MEI, il meeting delle etichette indipendenti che si svolge ogni anno a Faenza.

Il podio del 28° Rock Contest è stato tutto toscano: al secondo posto si sono classificati i fiorentini The Manitoba, con il loro sound che mescola elettronica, garage e dream-pop, che si sono aggiudicati 5 giorni in sala d’incisione al prestigioso Sam Recording Studio, mentre sono arrivati terzi gli Handshake, formazione anch’essa fiorentina ispirata alla storia del rock psichedelico, che ha vinto un buono di 1.000 euro per l’acquisto di attrezzature presso Brahms Strumenti Musicali.

Il concorso nazionale di musica per artisti emergenti è organizzato dall’emittente radiofonica Controradio in collaborazione con il Comune di Firenze e la Regione Toscana ed è sostenuto da SIAE. La finale dell’edizione 2016 si è svolta sabato 10 dicembre in un Auditorium Flog andato sold out. Durante la serata è stato consegnato anche il Premio Ernesto De Pascale - storico presidente di Giuria del concorso - alla miglior canzone con testo in italiano andato al livornese Giorgio Mannucci (già Mandrake e Sinfonico Honolulu) con il brano Clinomania. Ottima la risposta di pubblico e di giuria anche per gli altri finalisti: i senesi Ros, i milanesi Plateaux e i trentini Light Whales. Il concerto dell’astro nascente Motta, che ha entusiasmato i presenti, ha poi concluso la serata. 

Related