RACE FOR THE CURE, LO SPORT PER LA SOLIDARIETà
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

RACE FOR THE CURE, LO SPORT PER LA SOLIDARIETà

“Race For the Cure” è ai nastri di partenza.

Da oggi a domenica, spazio alla diciassettesima edizione capitolina dell’evento simbolo della Susan G. Komen Italia, organizzazione senza scopo di lucro basata sul volontariato che opera dal 2000 nella lotta ai tumori del seno su tutto il territorio nazionale.

La manifestazione di raccolta fondi, che riceve il sostegno di SIAE, si presenta come una tre giorni dedicata alla salute, allo sport e al benessere per tutti.

Quartier generale dell’iniziativa è il Circo Massimo di Roma dove è stato realizzato, in collaborazione con la Fondazione Policlinico Universitario Gemelli, il “Villaggio Race”, uno spazio in cui sarà possibile usufruire di numerosi servizi gratuiti: consulti medici ed eventuali prestazioni specialistiche, stage di apprendimento di discipline sportive e attività formative sull’importanza della prevenzione. Ma non solo: "Race for the cure" è anche sinonimo di relax, esibizioni di fitness  e intrattenimento per grandi e piccini. Domenica 15 maggio, a conclusione delle tante iniziative ci sarà la della tradizionale corsa di 5 km (o la passeggiata di 2 km) che da Piazza Bocca della Verità arriverà nel centro di Roma.

Con i fondi che verranno raccolti, la Komen potrà realizzare e sviluppare nuovi progetti nei suoi principali ambiti di intervento: promozione della prevenzione, miglioramento della qualità delle cure, sostegno alle donne che si confrontano con la malattia. La corsa di “Race for the Cure” non si finisce qui. Prossime tappe: Bari (dal 20 al 22 maggio), Bologna (23 al 25 settembre) e Brescia (dal 14 al 16 ottobre).

Le modalità di partecipazione e il programma completo dell’iniziativa sono sul sito www.raceroma.it