AL VIA LA X EDIZIONE DEL FESTIVAL DI LETTERATURA E CULTURA EBRAICA A ROMA
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

AL VIA LA X EDIZIONE DEL FESTIVAL DI LETTERATURA E CULTURA EBRAICA A ROMA

Giunge alla decima edizione il Festival Internazionale di Letteratura e Cultura Ebraica, promosso e organizzato dalla Comunità Ebraica di Roma e curato da Marco Panella, Ariela Piattelli, Raffaella Spizzichino e Shulim Vogelmann.

Appuntamento dal 9 al 13 settembre nel Quartiere Ebraico, tra il Palazzo della Cultura, sede della scuola ebraica, il Museo Ebraico e i Giardini del Tempio, per le vie del Portico d’Ottavia.

L’edizione 2017 ha come tematica Earth.Life beyond, con un ricco panel di ospiti che saranno chiamati a sviluppare l’argomento Terra in tutte le sue accezioni.

Inaugura come da tradizione il Festival la Notte della Cabbalà, che sabato animerà il Quartiere Ebraico del Portico d’Ottavia con una maratona di eventi culturali, musica, teatro, degustazioni. In questa occasione sarà libero l’ingresso al Museo Ebraico e saranno organizzate visite guidate gratuite alla Grande Sinagoga e all’interno dell’Antico Ghetto (dalle ore 21.30 alle 1,15); la perfomance artistica della serata è affidata a Enrico Fink, poliedrico musicista che metterà in scena, insieme con il trombonista Giancarlo Schiaffini, In principio - Il canto della creazione del mondo. Sabato sarà inaugurata anche la mostra Israele. Ritorno alla Terra, che presenta quaranta immagini sui temi dell’immigrazione ebraica.

Il festival è gemellato con la Giornata Europea della Cultura Ebraica, che sarà celebrata domenica prossima, incentrata sul tema Diaspora. Identità e Dialogo, alla quale è dedicata la sessione pomeridiana e serale di domenica.

Lunedì Simonetta Agnello Hornby, Pierpaolo Pinhas Punturello e Francesca Nocerino racconteranno le vicende degli Ebrei nel Meridione d’Italia, mentre martedì 12 Benedetta Tobagi intervisterà la filosofa e sociologa Agnes Heller sul futuro della nostra società rispetto alla tematiche dell’etica, della sessualità e della famiglia. Edoardo Camurri dialogherà con Helena Janeczek sul suo nuovo romanzo La ragazza con la Leica, dedicato alla fotografa Gerda Pohorylle, la prima morta “sul campo” durante la guerra civile spagnola nel 1937.

L’evento di chiusura del Festival mercoledì 13 settembre, realizzato in collaborazione con SIAE, è l’omaggio al grande artista e musicista Herbert Pagani: si inizia con un reading di Ketty Di Porto – che guiderà il pubblico attraverso la vita, le opere e la poetica dell’artista scomparso prematuramente a soli 44 anni – per poi passare all’assegnazione di una targa come riconoscimento ad un giovane artista che si sia distinto nel suo percorso, e che abbia ideato un’opera ispirata ai temi, alla storia o alla produzione artistica di Herbert Pagani.

Related