Premio Letterario Camaiore Francesco Belluomini, il 25 settembre la finale
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

Premio Letterario Camaiore Francesco Belluomini, il 25 settembre la finale

Sabato 25 settembre, alle ore 21.00, presso l’UNA Hotel Versilia di Lido di Camaiore, si terrà la serata finale del Premio Letterario Camaiore - Francesco Belluomini 2021, giunto al suo quarantesimo anno di vita, con lo spoglio pubblico delle schede relative al voto formulato dai cinquanta giurati popolari. Sarà decretato il super vincitore tra i cinque autori finalisti scelti dalla Giuria Tecnica, presieduta da Rosanna Lupi e composta da Michele Brancale, Corrado Calabrò, Emilio Coco, Vincenzo Guarracino, Paola Lucarini e Renato Minore.

Gli autori che si candidano alla vittoria finale sono Elisa Biagini con “Filamenti” (Giulio Einaudi Editore), Nino De Vita con “Il bianco della Luna” (Editoriale Le Lettere), Stefano Lanuzza con “Bosco dell'essere” (Fermenti Editrice), Alberto Rollo con “L’ultimo turno di guardia” (Manni Editori) e Antonella Sbuelz con “Chiedi a ogni goccia il mare” (Stampa 2009).

Nel corso della serata saranno consegnati anche altri premi già assegnati dalla Giuria Tecnica e dalla Presidente Lupi: “Il Camaiore Proposta - Vittorio Grotti” a Maria Sole Sanasi D’Arpe per “L’incoscienza sensibile” (Passigli Editori) con prefazione di Massimo Cacciari, “Il Premio Internazionale” a Attila F. Balazs per “Corpo indifferente” (Puntoacapo Editrice) e “Il Premio Speciale” a Umberto Piersanti per “Campi d'ostinato amore” (La Nave di Teseo). Le menzioni speciali vanno a Mariella Bettarini per “Haiku alfabetici” (Il Ramo e la Foglia Edizioni), a Sabrina De Canio per “Libera nos a malo” (Editrice Besjeda), a Nicola Manicardi per “Umiltà degli scarti” (L’Argolibro Editore) e a Riccardo Mazzamuto per “Divieto calpestare formiche” (Eretica Edizioni).

L’anno numero 40 è ricco di novità, a cominciare da quella più grande: la partnership con la Società Italiana degli Autori ed Editori che ha deciso di dare un contributo per la valorizzazione e l’ingrandimento del Premio. È stato creato perciò un riconoscimento speciale SIAE assegnato a un giovane under 35 da una Giuria Tecnica formata dalla Presidente Rosanna Lupi, dal Presidente della SIAE Giulio Rapetti Mogol e dal Maestro Gino Paoli. A vincere questo prestigioso riconoscimento è stata ancora Maria Sole Sanasi d’Arpe per “L’incoscienza sensibile” edito da Passigli Poesia. Un’altra novità assoluta di quest’anno è la presenza di un intermezzo musicale che vedrà protagonisti due giovani promesse, il cantautore versiliese Guzzi e Camilla Bernabò, cantante con nome d’arte Sintesi.

Related