PREMIO ANDREA PARODI: I VINCITORI E GLI OSPITI DELLA XII EDIZIONE
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

PREMIO ANDREA PARODI: I VINCITORI E GLI OSPITI DELLA XII EDIZIONE

È la Fanfara Station, formazione di musicisti provenienti da Tunisia, Italia e Stati Uniti, a vincere il dodicesimo Premio Andrea Parodi, il contest italiano riservato alla world music e sostenuto da SIAE. Con il brano “Rahil”, in lingua tunisina, la Fanfara Station si è aggiudicata anche il Premio della Critica, e quello per il Miglior Arrangiamento.

Mondi e culture diverse, e la musica, linguaggio eterno e universale, a far da interprete. Il festival, in particolare, è nato per omaggiare e valorizzare l’arte di un cantante e musicista di spiccato talento come Andrea Parodi, passato dal pop d'autore con i Tazenda a un percorso solistico di grande valore e di rielaborazione delle radici, grazie al quale è diventato un riferimento internazionale della world music. 

La rassegna si è svolta dal 10 al 12 ottobre, portando sul palco dell’Auditorium del Conservatorio “Giovanni Pierluigi da Palestrina” di Cagliari artisti dalla carriera consolidata con i dieci finalisti del contest, che si sono confrontati nelle tre serate del festival, con la conduzione di Gianmaurizio Foderaro e Ottavio Nieddu, e la direzione artistica di Elena Ledda .

Nella serata di sabato, tre giurie – tecnica, della critica e internazionale – hanno assegnato tutti i premi e riconoscimenti. 

Resta in Sardegna il Premio per il Miglior Testo, assegnato a Federico Marras Perantoni per la sua “Canzona di mari n.2– Fóggu e fiàra”, in lingua sarda. La miglior musica va invece a Elliott Morris, dal Regno Unito, con “The End of The World Blues”, scritto in lingua inglese; quello per l’interpretazione, invece, è andato a Suonno D’Ajere con“Suspiro”, in lingua napoletana, come anche la Menzione della Giuria Internazionale.

Il premio per la miglior interpretazione di un brano di Andrea Parodi è invece andato ai Setak (Abruzzo). A Arsene Duevi, dal Togo, con il brano “Agamà”, in lingua ewè, sono stati assegnati sia il Premio degli artisti in gara che la Menzione dei Ragazzi, mentre la Fondazione Andrea Parodi ha deciso di assegnare una menzione speciale ai Krzikopa, dalla Polonia, con “Hasiorki”, in lingua silesiana.

Il concorso, che quest’anno ha registrato una folta presenza di artisti stranieri, ha visto confrontarsi anche A.T.A. – AcousticTarab Alchemy, provenienti da Tunisia e Lazio, con il brano“Fattouma”, in lingua araba; Saly Diarra, dal Senegal, con“Musow” in lingua bambara; Maribop, dalla Spagna, con “Unmunnu dintra un munnu” in lingua siciliana e basca.

Il Premio Albo d’oro è andato a Daniela Zedda, fotografa e fotogiornalista di rilievo internazionale. Tutti i premi sono realizzati da Maria Conte, artista orafa sarda apprezzata in tutto il mondo.

Nel corso della tre giorni sono saliti sul palco anche ospiti di grande rilievo come Moni Ovadia e AdoRiza , Simone Cristicchi, Tosca e La Maschera, gruppo vincitore del concorso dello scorso anno. Sabato c’è stato anche un estratto dello spettacolo “Lingua Madre, il canzoniere di Pasolini”, con Duo Bottasso, Elsa Martin, Davide Ambrogio, una produzione originale del Premio Città di Loano, del festival Mare e Miniere e del Premio Andrea Parodi, da un’idea di Enrico de Angelis. Inoltre, in tutte tre le serate, si sono esibite alcune formazioni artistiche del Conservatorio di Cagliari.

Alle serate di venerdì e sabato, hanno partecipato uditori del festival Crêuza de mä - Musica per cinema, organizzato dall'Associazione Backstage, in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia e Sardegna Film Commission. La serata finale è stata trasmessa in diretta sulla pagina facebook di Rai Radio Tutta Italiana.

Il Premio Andrea Parodi è realizzato dall’omonima Fondazione con il sostegno della Regione autonoma della Sardegna, Assessorato della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport e Assessorato del turismo, artigianato e commercio, della Fondazione di Sardegna, del Comune di Cagliari, di SIAE, di NUOVOIMAIE e della Federazione degli Autori.

Related