Ortigia Film Festival: a "Tito e gli alieni" il premio SIAE alla migliore sceneggiatura
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

Ortigia Film Festival: a "Tito e gli alieni" il premio SIAE alla migliore sceneggiatura

E’ Tito e gli alieni della regista Paola Randi il film vincitore dell’edizione 2018 dell'Ortigia Film Festival. La pellicola ha ricevuto il Premio per il miglior film (l’ormai storico Ficupala). La giuria del Concorso Lungometraggi Opere Prime e Seconde Italiane, presieduta dal regista algerino Rachid Benhadj e composta anche dall'attrice Sabrina Impacciatore e dalla sceneggiatrice e scrittrice Paola Mammini, ha premiato l’opera con questa motivazione: "Per il coraggio di sfidare i generi costruendo un film di preziosa originalità che esplora un tema universale come quello dell'accettazione della perdita attraverso toni di commedia, senza mai perdere la credibilità delle situazioni e la potenza dei sentimenti. Un film che travolge e commuove dimostrando che la disponibilità dei mezzi può essere superata, quando l’ispirazione è pura. Un piccolo miracolo di creatività e magia".

Oltre al Premio Laser Film Color Correction, Tito e gli alieni, sceneggiato da Paola Randi e Massimo Gaudioso, si è aggiudicato anche il Premio SIAE alla Miglior Sceneggiatura del Concorso di lungometraggi Italiani di Fiction, assegnato quest’anno per la prima volta.

Il premio al Miglior Interprete è andato ad Andrea Lattanzi, protagonista di Manuel di Dario Albertini. La giuria ha attribuito inoltre una menzione speciale a Hotel Gagarin di Simone Spada.

La giuria della sezione internazionale dei cortometraggi ha decretato Miglior Corto Sweetheart di Marco Spagnoli, e una menzione speciale è andata a Piove di Ciro D'Emilio. Si è aggiudicato invece il premio Rai Cinema Channel il corto A mezzanotte di Alessio Lauria.

I vincitori del Premio del Pubblico sono stati Vengo anch’io di Corrado Nuzzo e Maria Di Biase per i lungometraggi e Magic Alps di Andrea Brusa e Marco Scotuzzi per i corti.

Al termine Lisa Romano, Direttore artistico di OFF, ha ringraziato tutto lo staff di Ortigia Film Festival, le istituzioni del Comune di Siracusa, della Regione Sicilia, del MIBAC e la Società Italiana degli Autori ed Editori, le giurie e gli ospiti e tutto il pubblico che ha affollato le arene "gratificando i nostri sforzi e sottolineando come il cinema sia motore di emozioni e stimolo di riflessioni sulla nostra società”. 

Related