OGGI A MILANO L'ANTEPRIMA DI JAZZDO.IT: E DA VENERDì SI ENTRA NEL VIVO DEL JAZZ
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

OGGI A MILANO L'ANTEPRIMA DI JAZZDO.IT: E DA VENERDì SI ENTRA NEL VIVO DEL JAZZ

Ha preso l’avvio oggi, con un’anteprima che ha visto protagonisti il Presidente della Fondazione CRT Teatro dell’Arte, Severino Salvemini, il jazzista Paolo Fresu, il giornalista del Corriere della Sera Andrea Lanfranchi, il direttore artistico di JazzMi Luciano Linzi e il direttore della comunicazione di SIAE Mario Andrea Ettorre, la rassegna JAZZDO.IT, che trova casa all’interno di JazzMi e che dal 10 al 12 renderà Milano la capitale del Jazz.

Si è parlato di jazz come bene pubblico e di come sostenere concretamente una delle eccellenze culturali del nostro paese, nella cornice di una città che il 2 novembre è stata invasa dalla musica grazie a 150 eventi con 500 musicisti - tra il Blue Note, il Triennale Teatro dell'Arte e molti altri luoghi distribuiti tra il centro e la periferia – con ospiti del calibro di Lee Konitz, Paolo Fresu, Bill Frisell, Mulatu Astatke, Brad Mehldau, Jan Garbarek e i giovani artisti Laura Mvula, Andrea Motis, Xamvolo, si inserisce il nuovo progetto realizzato grazie a SIAE, che si rivolge a tutti i componenti della filiera del Jazz: artisti, etichette discografiche, festival, editori, media, operatori, associazioni, professionisti, studiosi e appassionati.

Dal 10 al 12 alla Triennale si svolgeranno gli incontri professionali (qui il programma completo): il primo è venerdì alle 10,30 con Matteo Fedeli, direttore divisione musica SIAE e Danila Confalonieri, responsabile della promozione culturale SIAE, che parleranno dell’impegno della Società Italiana degli Autori ed Editori per lo sviluppo e la crescita del jazz e del sistema musicale italiano. Alle 15 un focus sulle linee guida del prossimo Fondo Unico per lo Spettacolo, che saranno presentate da Onofrio Cutaia, Direttore Generale dello Spettacolo dal Vivo del Mibact.

Tra gli altri appuntamenti, tavole rotonde sul tema del lavoro nel Jazz e dei suoi aspetti legali e previdenziali, e quello della situazione del mercato discografico nazionale con alcuni dei principali discografici nazionali. Sabato 11 Severino Salvemini presenterà uno studio realizzato della Università Bocconi sulle ricadute sociali ed economiche che i festival Jazz producono sul territorio.

Sabato alle 10 l’incontro verterà sul “Sistema del jazz in Europa: le organizzazioni nazionali e gli export office”, ovvero il sistema europeo delle organizzazioni nazionali ed i loro uffici esportazione: attività, bilanci, progetti, risultati raggiunti. Discuteranno di quali possibili sinergie si possano attivare tra i sistemi nazionali e i mercati europei Jan Ole Otnaes (Nasjonal jazzscene, Norvegia), Nur Al Habash (Italia Music Export / SIAE), Lobke Aelbrecht (Flanders Arts Insitute, Belgio), Lars Thor Jensen (Jazz Denmark, Danimarca), Corinne Sadki (Le Bureau Export, France) e Giambattista Tofoni (EJN Network).

Related