OGGI ALLA CASA DEL CINEMA PRIMA TAPPA DEL PROGETTO "MEDITERRI-AMO"
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

OGGI ALLA CASA DEL CINEMA PRIMA TAPPA DEL PROGETTO "MEDITERRI-AMO"

È dalla Casa del Cinema di Roma che parte oggi il progetto Mediterri-amo, voluto da Maurizio Scaparro e sostenuto da SIAE.

Già questa mattina è iniziato in Sala Deluxe il laboratorio di immagini e parole dedicato ai bambini Clara la Rinoceronte, a cura della scrittrice Igiaba Scego e con la partecipazione di Istituto Comprensivo Ferraironi - Scuola Primaria Pisacane di Roma.

A partire dal racconto Prestami le ali di Igiaba Scego, il laboratorio accompagna i bambini in un viaggio nelle diversità geografiche, storiche e culturali affrontando tematiche come gli usi e i costumi di popoli differenti, ma anche razzismo, pregiudizi, disuguaglianze. La Clara del titolo è la rinoceronte indiana che nel XVIII secolo veniva mostrata quale esotica attrazione nelle città europee. A partire da una storia vera la Scego cambia ambientazioni ma porta Clara a ritrovare la sua libertà, aiutata da una bambina ebrea del ghetto veneziano e da uno schiavo di origine africana.

Alle 16.30 incontro sul “Mediterraneo” con testimonianze di Francesca Corrao (professore ordinario di lingua e cultura araba/Luiss), Syed Hasnain (mediatore culturale), Stephane Jaquemet (responsabile UNHCR per il Sud Europa), Sebastiano Maffettone (professore ordinario di filosofia politica /Luiss), Igiaba Scego e Maurizio Scaparro. Il regista romano ha chiesto a studiosi, artisti e intellettuali di raccontare al pubblico il loro Mediterraneo, di farne un ritratto che nasca dalle loro esperienze e conoscenze, per riscoprire attraverso i loro diversi punti di vista quelle matrici comuni che riavvicinano Oriente ed Occidente.

Related