Nastro d’argento speciale a Gianfranco Rosi
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

Nastro d’argento speciale a Gianfranco Rosi

I giornalisti cinematografici italiani hanno deciso di assegnare un Nastro d’Argento speciale a Gianfranco Rosi per il suo documentario Fuocoammare.  

"Con Fuocoammare, appena presentato con grande successo alla Berlinale, in concorso per l’Italia, Rosi è autore di un film – ha dichiarato il Sindacato Nazionale dei  Giornalisti Cinematografici Italiani - che rappresenta un caso due volte speciale: per l'alta qualità narrativa, non c'è dubbio, ma soprattutto per il modo in cui mette il cinema al servizio di una denuncia d'attualità, sul tema delle migrazioni, mai tanto determinata. Con questo film, che affida la sua forza non solo narrativa alla rappresentazione più diretta della realtà, senza nessuna concessione retorica, Rosi riesce a mostrare agli spettatori, rendendoli partecipi di una tragedia mondiale, quello che l'occhio pigro del mondo continua a non vedere, lasciando all'Italia e ad un lembo di terra abitato da gente speciale come i lampedusani, la responsabilità di gestire il dramma di un Olocausto contemporaneo senza precedenti". 

Il premio sarà consegnato al regista il prossimo 25 febbraio alla Casa del Cinema di Roma. Gianfranco Rosi, appena rientrato dalla Germania, ha sottolineato lo straordinario favore avuto dal suo film, che da domani sarà nelle sale. Positiva  anche l'accoglienza dalla stampa internazionale: il New York Times ha titolato “Gloria a Berlino per il film sui migranti”. “E' un film politico - ha sottolineato Rosi - e a Berlino è emerso questo elemento in tutta la sua chiarezza, forse per questo ha avuto un così forte impatto. Mette in luce la necessità di una politica europea seria e univoca sul tema dell'accoglienza altrimenti questa ecatombe resterà un problema e come già comincia ad accadere oggi quei disastri in mare non ci faranno più effetto''.

''Sono felicissimo che la stampa italiana sia così compatta nel sostenere un film che al di là di me e del mio lavoro sta suscitando reazioni molto forti in Italia e nella stampa internazionale – ha aggiunto Rosi commentando il Nastro speciale del Sngci - Reazioni che mi fanno capire come questa realtà vada ancora guardata per arrivare a una consapevolezza su una delle più grandi tragedie dei nostri tempi''.

 

Related