Musei italiani, 2015 anno da record
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

Musei italiani, 2015 anno da record

“Quello che si è appena concluso è stato l’anno d’oro dei musei italiani – ha detto il ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo Dario Franceschini che ha presentato ieri tutti i numeri del 2015 - Circa 43 milioni di persone hanno visitato i luoghi della cultura statali generando incassi per circa 155 milioni di euro che torneranno interamente ai musei attraverso un sistema premiale che favorisce le migliori gestioni e garantisce le piccole realtà. Per la storia del nostro Paese è il miglior risultato di sempre, un record assoluto per i musei italiani, - ha aggiunto Franceschini - e anche rispetto al 2014, anno in cui si erano registrati numeri molto positivi, la crescita dei visitatori e degli incassi è significativa: +6% i visitatori (pari a circa +2,5milioni); +14% gli incassi (pari a circa +20milioni€); +4% gli ingressi gratuiti (pari a circa +900mila)”.

Un aumento che va in controtendenza rispetto agli altri Paesi europei, dovuto anche alla politica delle domeniche gratuite, che ha incoraggiato gli italiani a tornare nei musei. Al primo posto tra i luoghi della cultura più visitati nel 2015 c’è il Colosseo, seguito dagli gli Scavi di Pompei e dagli Uffizi. Tra quelli ad ingresso gratuito primeggia il Pantheon, visitato da un milione di persone in più rispetto allo scorso anno, che precede il Parco di Capodimonte a Napoli e il Parco del Castello di Miramare di Trieste. Guardando alle dinamiche regionali, il Lazio ha conquistato la prima posizione con circa 20 milioni di ingressi. Grande successo anche per le domeniche gratuite con 5 milioni di persone che complessivamente hanno partecipato all'iniziativa. Il dato risulta dalla somma dei 3 milioni e mezzo di ingressi nelle prime domeniche del 2015 e del milione e mezzo delle sei edizioni del 2014. Si tratta ormai di un vero e proprio appuntamento fisso sia per le famiglie che per i turisti. 

Related