Mostra del Cinema di Venezia, le novità dell'edizione 2016
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

Mostra del Cinema di Venezia, le novità dell'edizione 2016

Approvato il Regolamento della 73. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, che si svolgerà al Lido di Venezia dal 31 agosto al 10 settembre 2016, diretta da Alberto Barbera.

Diverse le novità. A partire da quest’anno è stato introdotto il progetto denominato Venice Production Bridge, che sarà dedicato alla presentazione e allo scambio di progetti inediti di film e work in progress, per favorire il loro sviluppo e la loro realizzazione. Nel nuovo Venice Production Bridge sarà messa a frutto anche l’esperienza di Biennale College – Cinema, workshop per lo sviluppo e la produzione di lungometraggi a basso costo, che in un quadriennio ha portato alla realizzazione di tredici film. Il Venice Production Bridge non si occuperà solo di film ma anche di serialità televisiva, micro-serie che guardano al web e VR/Virtual Reality (realtà virtuale). Il Venice Production Bridge presenterà circa quaranta progetti, allo stadio finale di sviluppo e finanziamento, tra film,  documentari, serie TV, virtual reality e web series.

Tutti i progetti verranno presentati a Venezia pubblicamente, durante tre giornate. Il Venice Production Bridge si terrà a Venezia, all’Hotel Excelsior dall’1 al 5 settembre 2016, offrendo numerosi panel.

Nel nuovo Regolamento della Mostra del Cinema viene confermata e formalizzata l’introduzione della sezione Cinema nel Giardino, già presente nella scorsa edizione della Mostra. La sezione, non competitiva, prevede una selezione di opere, anche di diverso genere e durata, che potranno essere precedute o accompagnate da incontri e approfondimenti con autori, interpreti e personalità del mondo dell'arte e della cultura. Sono ammessi alla selezione solo film presentati in prima mondiale alla Mostra.

Per il Concorso Venezia 73, inoltre, il Leone d’Argento-Gran Premio della Giuria diventa il secondo premio più importante dopo il Leone d’Oro per il miglior film. Per la sezione Orizzonti viene introdotto un nuovo riconoscimento, il Premio Orizzonti per la miglior sceneggiatura.