LE VISIONI DEI GIOVANI EDITORI: SONO 22 PER L’INCUBATORE 2016 DEL SALONE DEL LIBRO DI TORINO
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

LE VISIONI DEI GIOVANI EDITORI: SONO 22 PER L’INCUBATORE 2016 DEL SALONE DEL LIBRO DI TORINO

Per i suoi dieci anni l’Incubatore avrà 22 nuovi nati da svezzare e incoraggiare. Il format che il Salone del Libro di Torino dedica alle case editrici con meno di 24 mesi di età raccoglie quest’anno molti nuovi editori. “Nascono in controtendenza rispetto alla crisi - ha commentato la presidente del Salone, Giovanna Milella - e portano molte iniziative di qualità. Sono certa che il titolo della 29a edizione, Visioni, illustrato dal libro e dagli occhi profondi disegnati da Mimmo Paladino, attiri l’attenzione di chi crede nel futuro e apra con coraggio nuove strade da esplorare”.

L’Incubatore è stato pensato per permettere alle giovani case editrici di partecipare a prezzi calmierati a una vetrina celebre come il Salone del Libro (che si inaugura il 12 maggio al Lingotto e fino al 16 accoglierà come sempre centinaia di editori e autori, dall’Italia e dall’estero) di ascoltare consigli pratici e strategie di business dalla voce di librerie indipendenti, biblioteche, oltre che di entrare in contatto con distributori e uffici stampa delle più importanti case editrici nazionali. I circa 250 editori passati nelle scorse edizioni del Salone raccontano la loro personale esperienza.

I 22 debuttanti arrivano da ogni parte d’Italia. Tra loro c’è il talent scout della narrativa italiana contemporanea e quello specializzato nelle storie di migrazioni, il packaging accattivante di chi propone libri che sembrano pacchi di pasta, chi trasforma una piattaforma online in un libro interattivo, chi spazia dal teatro al video, dal graphic design alla letteratura.

Related