la settimana internazionale della critica, PER UN CINEMA DELL’OGGI
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

la settimana internazionale della critica, PER UN CINEMA DELL’OGGI

“I film scelti con la collaborazione competente, appassionata e generosa della nuova commissione di selezione, sono opere libere. Lavori in grado di mettere in discussione lo stato delle cose. Sono film ancorati nel mondo, il risultato delle situazioni che li ha visti nascere. Vengono da luoghi specifici per andare incontro al mondo. Non sono prodotti audiovisivi interscambiabili con infiniti altri. India, Iraq, Libano, Lituania, Messico, Cile, Regno Unito, Danimarca, Italia. Una selezione di film che si affaccia volentieri sul fantastico, ibridandosi con il thriller, il fantasy e l’animazione. Opere attraversate tutte dal piacere del racconto e dell’affabulazione senza mai dimenticare la sfida della forma. Accompagnati da alcuni degli interpreti più interessanti degli ultimi anni come Alfredo Castro, Trine Dyrholm, Billie Piper e altri ancora. Una selezione – ancora una volta e in continuità con le edizioni precedenti – nel segno del femminile e dell’esplorazione dei corpi e della sessualità. Solo nella diversità delle voci e degli sguardi, nella molteplicità dei sogni e dei desideri dai quali farsi sedurre possiamo trovare gli strumenti per opporre la nostra resistenza quotidiana”. Con queste parole Giona A. Nazzaro, Delegato Generale della 34. Settimana Internazionale della Critica che oggi ha presentato il suo programma, introduce la SIC fondata nel 1984 da Lino Miccichè, e la sua storia di esordi.

La Settimana Internazionale della Critica ha infatti selezionato le opere prime di registi emergenti poi affermatisi nel panorama cinematografico internazionale, come si appresta a fare per l’edizione 2019 Sezione autonoma e parallela organizzata dal Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani (SNCCI) nell’ambito della 76. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica della Biennale di Venezia (28 agosto – 7 settembre 2019), SIC è composta da una selezione di sette opere prime in concorso e due eventi speciali, tutti presentati in anteprima mondiale. Una selezione curata da Giona A. Nazzaro con i membri della commissione di selezione Paola Casella, Simone Emiliani, Beatrice Fiorentino e Roberto Manassero.

I sette lungometraggi in concorso sono Jeedar El Sot | All This Victory di Ahmad Ghossein, Partenonas | Parthenon di Mantas Kvedaravičius, El Principe | The Prince di Sebastian Munoz, Psykosia | Psychosia di Marie Grahto, Rare Beasts di Billie Piper, Sayidat Al Bahr | Scales di Shahad Ameen, Tony Driver di Ascanio Petrini.

Concorrono a due premi principali, entrambi del valore di € 5.000: il Gran Premio Settimana Internazionale della Critica, realizzato grazie al sostegno di SIAE e assegnato da una giuria internazionale al miglior film in concorso, e il Premio del pubblico, realizzato grazie al sostegno del Comune di Taranto. Concorrono inoltre all’assegnazione del Leone del Futuro – Premio Venezia Opera Prima “Luigi De Laurentiis”.

A corredo delle proiezioni in concorso, due eventi speciali: il film d’apertura è Bombay Rose (nella foto) di Gitanjali Rao mentre il film di chiusura è Sanctorum di Joshua Gil.

Related