"La legge è legge", il dibattito del CSC sul mondo del cinema
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

"La legge è legge", il dibattito del CSC sul mondo del cinema

Si è tenuto oggi al Lido di Venezia, presso l’Hotel Excelsior, il seminario promosso dalla Cineteca Nazionale del Centro Sperimentale su alcuni temi d’importanza strategica per il mondo dell’audiovisivo. 

“La legge è legge”, questo il nome dell’incontro, ha visto rappresentanti di istituzioni culturali ed esperti del settore confrontarsi su argomenti che rappresentano le chiavi di lettura dell’industria cinematografica e del suo futuro: diritto d’autore, opere orfane, istituzione di un registro dei film restaurati, utilizzo del materiale d’archivio per nuove produzioni a carattere storico e didattico.

Nell’ottica di valorizzare e diffondere il cinema e la sua cultura, per Dario Franceschini, Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo: "La collaborazione tra eccellenze italiane è essenziale, in questo modo si mette in campo un sistema senza pari". Una bisogno di coesione sottolineato anche dagli altri relatori: Paolo Baratta, Presidente della Biennale di Venezia, Roberto Cicutto, Presidente e Amministratore Delegato Istituto Luce Cinecittà Roberto Cicutto, Stefano Rulli, Presidente del Centro Sperimentale di Cinematografia, tutti concordi nel sostenere con azioni mirate il cinema nostrano, vero prodotto Made in Italy.

Un sostegno alla settima arte che tocca trasversalmente due piani tra loro interdipendenti. Da un lato, l’evoluzione normativa come il diritto d’autore, l’adattamento della direttiva sui servizi media e audiovisivi (argomenti trattati dall’Avv. Paolo Agoglia, Direttore Ufficio Legislativo e Rapporti Istituzionali di SIAE), la complessità della disciplina delle opere orfane (tema affrontato da Rossana Rummo, Direttore Generale biblioteche e istituti culturali MIBACT), dall’altro quello degli investimenti, dove le strategie d’azione puntano sui giovani, come ha spiegato Andrea Purgatori, Consigliere di Gestione SIAE.

All’interno del convegno è stata presentata da Marina Cipriani, Responsabile delle banche dati del Centro Sperimentale di Cinematografia, e Andrea Marzulli, Direttore Sezione Cinema di SIAE, La banca storica del cinema italiano progetto che lega CSC e SIAE. Grazie ad un'interfaccia web, il data base, che conta circa 6000 titoli, integra le informazioni filmografiche connesse al multiforme patrimonio della Cineteca con i dati di affluenza del pubblico nelle sale cinematografiche raccolti a livello nazionale. La banca dati integrata sarà accessibile attraverso i portali delle istituzioni ideatrici e realizzatrici del progetto.