La finale di Rock Contest: 30 anni di musica emergente, gli Offlaga Disco Pax e il Premio SIAE a Vieri
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

La finale di Rock Contest: 30 anni di musica emergente, gli Offlaga Disco Pax e il Premio SIAE a Vieri

Si è svolta sabato 1 dicembre all’Auditorium Flog di Firenze la finalissima della trentesima edizione di Rock Contest, il concorso per gruppi musicali emergenti organizzato da Controradio e Controradio Club con il sostegno di SIAE.

La serata, che è stata trasmessa in diretta anche su Controradio (FM 93.6 - 98.9) e sulla pagina Facebook di Controradio Firenze, ha registrato il tutto esaurito; un dato che, commentano gli organizzatori, “dimostra lo stato di salute dell'iniziativa e la curiosità sempre viva del pubblico interessato a scoprire le nuove leve della musica indipendente italiana”.

Per l’occasione dell’importante anniversario dei 30 anni del concorso, Rock Contest ha celebrato la storia degli Offlaga Disco Pax, vincitori del contest fiorentino nel 2004, la cui carriera si è interrotta per la morte prematura di Enrico Fontanelli, al quale è stata dedicata l’intera edizione della manifestazione.

In ricordo della storia degli Offlaga Disco Pax e del terzo componente della band, Max Collini e Daniele Carretti si sono ritrovati sul palco, a conclusione della serata, ripercorrendo i loro più grandi successi, con il gran finale affidato a “Robespierre”, brano che valse agli Offlaga Disco Pax la vittoria del Rock Contest. Numerosi artisti si sono uniti a loro nel caloroso omaggio ad Enrico Fontanelli: da Dario Brunori ai Tre allegri Ragazzi Morti, da Colapesce, a Bologna Violenta, da Alex Baronciani a Thomas Koppen.

Ad aggiudicarsi il titolo di migliore band emergente d’Italia 2018 sono i “Giunto di Cardano”, la band “alternative” con venature di psichedelia progressiva di Foggia, votati sia dal pubblico che dalla giuria di esperti, composta, fra gli altri, da I Ministri e Maria Antonietta. In gara assieme ai vincitori altri cinque concorrenti provenienti da tutto lo stivale: il grossetano Gabriele Bernabò, i genovesi Banana Joe, L’Opera di Amanda da Trento, i The Floating Ensemble da Imola e Vieri da Firenze.

È proprio quest’ultimo, il fiorentino poli-strumentista Vieri, già nel nucleo originale degli /handlogic, ad aver vinto il Premio SIAE per la miglior composizione musicale con il suo brano “Risvegli”. A consegnargli la targa, meritata per “la capacità di coniugare la canzone italiana con sonorità internazionali, facendo così della creatività autoriale il palcoscenico di scene musicali eterogenee”, è stato il Direttore dell’Ufficio Marketing & Comunicazione di SIAE Mario Andrea Ettore.

Tra gli altri riconoscimenti della serata, il Premio Fondo Sociale Europeo/Giovanisì assegnato a L’Edera, al secolo Alberto Manco, giovane cantautore salentino, con il brano “Zattera”.

Infine, il Premio Ernesto De Pascale per la migliore canzone con testo in italiano è stato consegnato a Ciulla, già nel collettivo dei lucchesi Violacida, con il suo brano “Temporali”.

Il prossimo appuntamento del Rock Contest è per venerdì 25 gennaio alle 21 al Cinema La Compagnia di Firenze, con l’anteprima del documentario firmato da Giangiacomo De Stefano, che racconta la storia del concorso, attraverso le voci dei protagonisti della musica italiana, tra cui Irene Grandi, Subsonica, Piero Pelù e Manuel Agnelli.

Related