Inaugurata la Mostra del Cinema di Venezia pensando alle vittime del sisma
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

Inaugurata la Mostra del Cinema di Venezia pensando alle vittime del sisma

''Non è tempo per gioire - ha detto ieri sera Jerzy Skolimovski, il regista polacco cui Jeremy Irons ha consegnato il Leone d'oro alla carriera. Si è aperta infatti con un’anima divisa a metà la 73/ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia: ''Da una parte partecipare a dieci giorni di grande cinema, dall'altra avere la consapevolezza di quanto accaduto poco più di una settimana fa'' ha sottolineato la madrina Sonia Bergamasco che ha condotto la cerimonia di apertura. L'attrice ha parlato della ''necessità di gesti concreti. E' in questo momento che riscopriamo il valore e il senso di fare comunità e la comunità di chi fa cinema sarà in grado di fare la sua parte''.

Rivolgendosi innanzitutto al ministro per i beni e le attività culturali Dario Franceschini, presente in sala con la ministra della cultura francese Audrey Azoulay, il presidente della Biennale Paolo Baratta ha sottolineato il completamento della riqualificazione dell'area dove si svolge la Mostra del cinema, con l'apertura della nuova sala Cinema in Giardino in cui saranno proiettati i film ''per nuovi pubblici''. Kim Rossi Stuart, presidente della giuria Luigi De Laurentiis Leone del futuro si è augurato ''da bambino'' che ci sia spazio ''per un cinema libero dall'ossessione dell'incasso che sta fagocitando troppa parte del mercato'', mentre Roberto Andò presidente della giuria Venezia classici ha fatto propria la definizione di Italo Calvino applicandola al cinema: ''classico è quello che continua ad essere contemporaneo''.

A dare il via formalmente alla Mostra - dedicata a due artisti da poco scomparsi, Michael Cimino e Abbas Kiarostami, ''accumunati da una vitalissima resistenza alle convenzioni'' - Sam Mendes, il presidente di giuria di Venezia 73 che il 10 settembre consegnerà il Leone d'oro che ha detto: ''Tutti i venti film in gara per me sono già vincitori. Venezia è un posto speciale, nell'81 ci venivo da studente al Guggenheim e sarà come tornare di nuovo studente''. Il film d’apertura, La La Land, il musical romantico di Damien Chazelle, è stato acclamato dalla critica ed è subito finito nella lista di quelli da Oscar. Dopo la proiezione, nessuna festa d' apertura, annullata all'indomani del terremoto.

Dopo l’apertura a passo di danza con Ryan Gosling ed Emma Stone, oggi è il primo giorno ufficiale del concorso segnato dall'arrivo in laguna di Michael Fassbender. L'attore sbarcherà al Lido con Alicia Vikander, protagonisti del melò The Light between Oceans, diretto da Derek Cianfrance e ambientato in Australia, che sarà proiettato stasera alle 19 in Sala Grande. Oggi è anche la giornata di Wim Wenders, in concorso a Venezia con il suo ultimo film Les Beaux Jours d'Aranjuez, tratto dall'omonimo testo teatrale del drammaturgo austriaco Peter Handke. La giornata del concorso ufficiale si chiuderà in Sala Grande alle 22 con Arrival di Denis Villeneuve. Pagliacci, un cortometraggio fuori concorso di Marco Bellocchio, aprirà inoltre la Settimana della Critica del Festival.

Related