Il teatro musicale continua ad essere protagonista al Reate Festival
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

Il teatro musicale continua ad essere protagonista al Reate Festival

È arrivato alla decima edizione il Reate Festival, nato per valorizzare il patrimonio del Belcanto italiano attraverso la messa in scena di opere musicali e operistiche. La manifestazione prevede diversi concerti dislocati nelle location più suggestive del territorio reatino.

Fino al 25 novembre si snoderanno una serie di appuntamenti da non perdere, con un importante coinvolgimento quest’anno degli studenti della città e della provincia. L’inaugurazione è stata affidata il 5 ottobre a Il ritorno di Ulisse in patria di Monteverdi eseguito per la prima volta a Roma nel Teatro di Villa Torlonia, recentemente riaperto al pubblico. 

Dopo la trasferta romana, il Reate Festival torna domani nella sua città per portare l’opera nel magnifico Teatro Flavio Vespasiano e per continuare a Rieti la programmazione teatrale con due allestimenti molto speciali: il Don Giovanni di Mozart nella realizzazione dell’Orchestra di Piazza Vittorio (il 6 e 7 novembre) e L’Aida di Verdi nella versione per ragazzi prodotta da Europa inCanto (dal 19 al 22 novembre). Completano il festival altri appuntamenti con concerti organistici e cameristici.

Il Reate Festival è organizzato dalla Fondazione Flavio Vespasiano di Rieti, che ha come scopo principale quello di promuovere un’attività artistica che conferisca nuova vitalità e prestigio al Teatro omonimo che, dopo un accurato restauro, è ritornato a essere un insuperato capolavoro di acustica e gioiello di architettura ottocentesca. È realizzato anche con il contributo di SIAE.

Related