Il ritratto di Pirandello dal Burcardo al Palazzo Mediceo di Seravezza
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

Il ritratto di Pirandello dal Burcardo al Palazzo Mediceo di Seravezza

Ci sarà anche il ritratto di Luigi Pirandello che fa parte delle collezioni della Biblioteca e Museo Teatrale SIAE del Burcardo in mostra nel Palazzo Mediceo di Seravezza, in provincia di Lucca, Patrimonio Mondiale Unesco. Il quadro è stato prestato in occasione dell’esposizione “Primo Conti, un enfant prodige all’alba del Novecento. Dagli esordi agli anni Trenta”, curata da Nadia Marchioni. La mostra, che sarà aperta fino al prossimo 2 ottobre, attraverso varie sezioni vuole rendere omaggio ad un artista che per tutta l’esistenza mantenne un forte legame con la Versilia. L'esposizione prende in esame i primi vent’anni di attività artistica di Primo Conti, dal suo precoce esordio pittorico all’età di undici anni poi attraverso il Futurismo fino ai capolavori della prima maturità in cui al clima celebrativo del regime e al ritorno all’ordine l'artista oppose intime e poetiche visioni.

“Questa mostra è il frutto di un importante lavoro di ricerca – ha spiegato la curatrice Nadia Marchioni – in particolare intorno ai rapporti tra Primo Conti e i grandi personaggi della sua epoca tra Firenze e la Versilia, Un percorso che viene indagato mettendo a confronto le sue opere con quelle di Viani, Chini, Nomellini, Soffici, Rosai, Lega, Magnelli, De Chirico, Carrà ma anche attraverso la presentazione di fotografie e raro materiale documentario”.

La mostra è organizzata dal Comune di Seravezza Assessorato alla Cultura insieme alla Fondazione Terre Medicee; il comitato scientifico è presieduto da Carlo Sisi, uno dei massimi esperti dell'arte italiana e toscana dell'Ottocento e del Novecento.

Related