Il documentario italiano continua a raccontarsi al SalinaDocFest
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

Il documentario italiano continua a raccontarsi al SalinaDocFest

Fino al 29 giugno l'isola di Salina ospita l'undicesima edizione del SalinaDocFest, il festival del documentario narrativo ideato e diretto da Giovanna Taviani. Il tema scelto per il 2017 è “Padri e figli. Verso terre fertili”.

Tra gli ospiti, stasera saranno presenti Paolo Virzì e Micaela Ramazzotti  per la proiezione in piazza de La pazza gioia. Domani sera ci sarà invece Isabella Ragonese insieme al regista Fabio Mollo per il film Il padre d’Italia; a seguire, la consegna del “Premio Ravesi Dal testo allo schermo” a Pippo Delbono per il suo Vangelo.

Il 29 giugno è in programma la tavola rotonda sui diritti del documentario nella diffusione cinematografica e nella promozione televisiva che avrà come relatori Francesco D’Ayala (Rai Radio Tre), Enrico Magrelli (Commissione MIBACT di selezione progetto MigrArti), Stefano Missio (regista), Roberto Pisoni (Direttore Sky Arte), Luca Scivoletto (Consiglio Direttivo 100 Autori e documentarista). Modera Andrea Purgatori, giornalista, sceneggiatore e consigliere di gestione SIAE. Gran finale il 29 sera con l’anteprima del documentario di Giovanna Taviani, Che fine faranno, lettera aperta al Presidente della Repubblica sulla questione dei minori non accompagnati che arrivano in Italia, girato a Enna.

Il SalinaDocFest ha per la prima volta il sostegno della Società Italiana degli Autori ed Editori con l'istituzione di un Premio SIAE speciale al miglior film in concorso, deciso da una Giuria Giovani che sarà consegnato da Andrea Purgatori.

Related