OGGI A MATERA LA TERZA TAPPA DEL PROGETTO "NON SPEGNERE" LA MUSICA
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

OGGI A MATERA LA TERZA TAPPA DEL PROGETTO "NON SPEGNERE" LA MUSICA

Oggi, 9 maggio, Non “spegnere” la musica, rispetta il diritto d’autore - progetto attraverso il quale la Federazione Autori intende introdurre la propria azione nelle scuole per sensibilizzare i futuri utilizzatori delle opere dell’ingegno - fa tappa a Matera.

Promosso dalla Federazione Autori, realizzato in collaborazione con la Società Italiana degli Autori ed Editori e col patrocinio morale del Ministero della Giustizia e del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, il progetto è articolato in diverse tappe: prima di Matera, il successo degli incontri a Milano il 10 marzo e la seconda a Cagliari il 15 marzo. Il terzo appuntamento è lunedì, ore 16, presso il Tribunale (Sala Convegni dell’Ordine degli Avvocati), ed è organizzato in collaborazione con la Guardia di Finanza, la Prefettura di Matera e il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati (agli avvocati che parteciperanno saranno riconosciuti 3 crediti formativi). L’evento si avvale del patrocinio del Ministero della Giustizia, del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, del Comune di Matera, della Federazione antipirateria musicale-FMP e della Federazione editori musicali-FEM.

Partecipano al convegno l’avv. Maria Grazia Maxia (ideatrice del progetto) presidente della Federazione Autori e Consigliere di Sorveglianza SIAE, l’avv. Antonella Rizzi, Consigliere di Sorveglianza SIAE, dott.ssa Stefania Ercolani Direttore Divisione Multimediale SIAE, Laura Valente artista, Gianni Torres regista, Col. Teodisio Marmo, Ufficiale della Guardia di Finanza e Comandante provinciale della Guardia di Finanza di Matera, l’avv. Nicola Rocco, Presidente Ordine Avvocati di Matera, il dott. Gaetano Catalani, Presidente del Tribunale di Matera, dott.ssa Antonella Bellomo Prefetto di Matera.

«Perché questo progetto si differenzia dagli altri? Perché parla con il linguaggio semplice dei ragazzi. È fondamentale – dice l’Avv. Maria Grazia Maxia - spiegare nelle scuole medie inferiori (dalla 4° elementare) perché è importante tutelare il diritto d’autore ed educare i ragazzi alla legalità usando le loro parole. È previsto anche un concorso: dovranno scrivere una storia dal titolo “Papà, devi rispettare il diritto d’autore!” In questo modo saranno loro stessi a educare gli adulti formandosi, al tempo stesso, come utenti del futuro».

Prossime tappe Pistoia (data da definire) e il CET, la scuola fondata nel 1992 da Mogol, il 13 e il 14 maggio (date e modalità di partecipazione saranno pubblicate sul sito www.federazioneautori.com).

Related