I LOVE GAI, VINCE “FOOD FOR THOUGHT”. MENZIONI SPECIALI PER “AGOSTO”, “A LU CIELU CHIANAU” E “113”
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

I LOVE GAI, VINCE “FOOD FOR THOUGHT”. MENZIONI SPECIALI PER “AGOSTO”, “A LU CIELU CHIANAU” E “113”

 

È Davide Gentile il vincitore di I LOVE GAI – Giovani Autori Italiani, il concorso nato da un’iniziativa SIAE in collaborazione con Lightbox, rivolto a registi under 40 autori di cortometraggi di qualsiasi genere.

Con il suo lavoro, “Food for Thought”, il giovane talento ha conquistato la giuria composta da Beatrice Bulgari, fondatrice della casa di produzione In Between Art Film, Karel Och direttore artistico del Karlovy Vary International Film Festival e Riccardo Chiattelli, direttore del canale Laeffe-tv, "per l'idea originale e la capacità di tradurre un tema sociale in linguaggio cinematografico, per l'ottima sceneggiatura e regia, per il montagio impeccabile che rieesce ad immergere il pubblico in un 'atmosfera ad alta tensione" (come si legge nella motivazione).

Ambientato in un’atmosfera di puro thrilling, infatti, il corto descrive fedelmente gli effetti di una cattiva alimentazione. Non un attacco diretto al junk food, ma un monito: una dieta non salutare, unita all’assenza di attività fisica, produce nel mondo milioni di morti silenziose che non finiscono sulle prime pagine dei giornali, ma che seminano ugualmente dolore e sofferenza.

Oltre al premio per il miglior cortometraggio, I Love GAI ha riconosciuto "per l'idea coraggiosa di raccontare la sospensione magica del tempo dilatato dell'infanzia" una mezione speciale ad "Agosto", di Adriano Valerio e Eva Jospin, "per la capacità di raccontare con climax drammatico un rituale popolare ancora vivo" una menzione speciale "A lu cielu chianau", di Daniele Greco e Mauro Maugeri, e "per l'originalità di raccontare una storia di un personaggio reale attraverso la musica e la voce della protagonista" una mezione speciale a "113" di Luca Piccolo. La premiazione si è tenuta il 2 settembre presso l’Hotel Excelsior (Lido di Venezia) durante la Mostra Internazionale dell’Arte Cinematografica celebrando così il nuovo cinema italiano.

Related