I LOVE GAI, GIOVANI AUTORI ITALIANI PROTAGONISTI DELLA FESTA DEL CINEMA DI ROMA
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

I LOVE GAI, GIOVANI AUTORI ITALIANI PROTAGONISTI DELLA FESTA DEL CINEMA DI ROMA

Nato da un'iniziativa di SIAE in collaborazione con Lightbox, società di comunicazione e casa editrice specializzata in arte contemporanea, “I Love GAI” è il concorso dedicato ai giovani registi italiani sotto i quarant’anni che per questa edizione 2016, dopo aver presentato i nuovi talenti alla Mostra Internazionale dell’Arte Cinematografica di Venezia, porta i suoi registi alla Festa del Cinema di Roma per offrire un'ulteriore occasione di visibilità ai giovani autori italiani.

In calendario per il 22 ottobre, la giornata dedicata al progetto pensato per valorizzare le nuove firme del mondo dell’audiovisivo inizia alle 12 con i registi della prima edizione che incontrano il pubblico presso lo Studio 3 dell’Auditorium Parco della Musica. Intervengono Davide Baldi, CEO di Dude e produttore del corto vincitore Food for Thought di Davide Gentile, Adriano Valerio e Eva Jospin, registi del corto Agosto, (menzione speciale), Luca Maria Piccolo, regista del corto 113 (menzione speciale); Mauro Maugeri e Daniele Greco, registi del corto A Lu Cielu Chianau (menzione speciale). Moderano l'incontro Andrea Purgatori, sceneggiatore, giornalista e Consigliere di Gestione SIAE e Nicola Giuliano, produttore di Indigo Film.

Dalle 15:00 alle 19.30, presso il Teatro Studio dell’Auditorium Parco della Musica, verranno proiettati tutti le opere che hanno concorso per “I Love GAI”: La Smorfia di Emanuele Palamara A vuoto di Adriano Giotti , Finchè c'è vita c'è speranza di Valerio Attanasio, Quello che non si vede, di Dario Samuele Leone, Dear Susie di Leopoldo Caggiano, Non senza di me di Brando De Sica, Haircut di Virginia Mori. E ancora Tierra Virgen di Giovanni Aloi, Il potere dell'orso rosso di Davide Minnella, Io non sono grande di Naike Anna Silipo, Svanire di Angelo Cretella; Black Comedy di Luigi Pane, Giorni Marziani di Vito Palmieri. Chiuderanno il pomeriggio di proiezioni i corti vincitori: 113 di Luca Maria Piccolo, A lu cielu chianau di Daniele Greco e Mauro Maugeri, Agosto di Adriano Valerio e Eva Jospin,  Food fot thought di Davide Gentile.

Gli accessi all’incontro con gli autori e alle proiezioni "I Love GAI" sono gratuiti e ad ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Related