Guerre e Pace: il 4° Festival dei Diritti Umani tra Milano, Bologna, Firenze e Roma fino all'11 maggio
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

Guerre e Pace: il 4° Festival dei Diritti Umani tra Milano, Bologna, Firenze e Roma fino all'11 maggio

È partita ieri e proseguirà fino a sabato 11 maggio la quarta edizione del Festival dei Diritti Umani. Il progetto, realizzato con il patrocinio di SIAE, è promosso e organizzato dall’associazione culturale senza scopo di lucro Reset-Diritti Umani, nata a Milano nel 2015 per diffondere la conoscenza e la cultura dei diritti umani attraverso il Festival dei Diritti Umani ed un universo di iniziative collaterali.

Con l’obiettivo di dar vita a delle vere e proprie cittadelle dei diritti umani, il Festival anima le location con film e mostre fotografiche, documentari e installazioni, dibattiti con testimoni e rappresentanti delle ONG, in una formula che intende coniugare la serietà scientifica con il pathos della testimonianza.

Per l’edizione 2019, il Festival si trasforma in un’iniziativa itinerante che coprirà quattro grandi città italiane: Milano (fino al 4 maggio), Bologna (7 maggio), Firenze (8 maggio) e Roma (11 maggio).

Ogni anno, l'iniziativa mette a fuoco una categoria di diritti umani, le sue violazioni e le campagne per conquistarli. Il tema scelto per questa edizione è “Guerre e Pace”. Con i film selezionati per il 2019, il Festival intende porre l'accento sulle drammatiche conseguenze delle guerre e sull’oblio ingiustificato verso conflitti in corso ma oscurati. Ogni titolo descrive una preoccupante condizione dell’umanità, che spesso causa fughe disperate, l’abbandono delle proprie radici e, alla lunga, lo smarrimento della propria identità. Obiettivo finale delle proiezioni è la circolazione di opere che raccontino l’orrore per la guerra e la difficile strada per la pace.

Dalla Triennale di Milano, il Festival si sposta il 7 maggio alla Cineteca di Bologna e l’8 maggio all’Auditorium Santa Apollonia di Firenze, dove si parlerà della guerra in Siria in un incontro organizzato per gli studenti delle scuole superiori. L’11 maggio la rassegna approda a Roma al MAXXI-Museo nazionale delle arti del XXI secolo, dove si terranno numerosi dibattiti, lezioni e proiezioni cinematografiche che toccheranno vari temi d’attualità.

All’interno del Festival dei Diritti Umani è presente la Sezione EDU, pensata per gli studenti delle scuole superiori, che avranno la possibilità di assistere alla proiezione dei documentari e ai successivi approfondimenti con ospiti strettamente legati al tema, oltre che alla presentazione di buone pratiche e a reportage fotografici raccontati dai protagonisti. Gli eventi EDU saranno inoltre trasmessi in diretta streaming

L’ingresso per tutte le iniziative di FDU2019 è gratuito e libero fino a esaurimento posti.

Maggiori informazioni sugli eventi in programma qui.
 

Related