GIORNATE DEGLI AUTORI, QUEST’ANNO IL CINEMA DEVE AVERE CORAGGIO
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

GIORNATE DEGLI AUTORI, QUEST’ANNO IL CINEMA DEVE AVERE CORAGGIO

La XVII edizione delle Giornate degli Autori si svolgerà dal 2 settembre (giorno d’apertura della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia) al 12 settembre. Promossa dalle associazioni italiane degli autori, ANAC e 100autori, la manifestazione è presieduta da Andrea Purgatori e vede Giorgio Gosetti nel ruolo di Delegato Generale.

Il programma dell’edizione 2020 è improntato al tema del coraggio ed è concepito come una risposta alla difficile stagione del cinema mondiale che proprio a Venezia vuole riaffermare la forza della creatività e degli autori posti di fronte a una tragedia collettiva senza precedenti.

Un’importante novità riguarda l’assetto stesso delle Giornate in cui il Delegato Generale continua a garantire la struttura operativa della rassegna a Venezia ma si impegna, insieme agli autori, in un più vasto disegno culturale nel corso dell’anno. La selezione artistica trova inoltre una guida rinnovata e ringiovanita, grazie al lavoro di Gaia Furrer, affiancata da un comitato di selezione e da un’importante squadra di consulenti e visionatori.

“In un anno oggettivamente difficile e che rimarrà irripetibile anche nella storia della Mostra del Cinema – ha detto Andrea Purgatori – le Giornate avviano un percorso di rinnovamento e crescita che ci proietta nel futuro. In questa prospettiva vogliamo rilanciare anche la nostra vocazione originaria che non si limita alla vetrina degli autori in mostra, ma si articola in un progetto permanente di ricerca e dibattito come è nelle aspettative degli autori. Anche per questo abbiamo deciso, unanimemente, di ricordare quest’anno il centenario di un grande creatore di storie come Ugo Pirro che sarà protagonista naturale della fascia di incontri a cui affidiamo un valore importante per la prossima edizione”. 

“Insieme a Laguna Sud prima e a Isola Edipo durante la Mostra – ha aggiunto Giorgio Gosetti – abbiamo ridisegnato il profilo del nostro coinvolgimento sul territorio, associandoci a due realtà altrettanto giovani e capaci di portare contenuti di qualità. La conferma delle Notti Veneziane (selezionate da Gaia Furrer insieme a Silvia Jop) indica una strada importante nel segno della collegialità. D’altro canto, la preziosa collaborazione con il Premio LUX del Parlamento europeo con il progetto ‘27 Times Cinema’ e la scelta di un giovane maestro come Nadav Lapid a Presidente della nostra giuria confermano una vocazione internazionale che trova riscontro nelle molte nazionalità presenti nella selezione ufficiale e fa del brand delle Giornate un marchio forte e riconosciuto che porta i nostri film in tutto il mondo”.

Sono 10 i film in concorso di cui 5 opere prime, 4 gli eventi speciali e 11 titoli selezionati nelle rinnovate  “Notti Veneziane – L’isola degli Autori”  per un totale di 26 nazionalità rappresentate e 11 donne dietro la macchina da presa (comprese le registe dei “Miu Miu Women’s Tales”). Il film di chiusura è firmato con il consueto stile spiazzante e irriverente da un regista di casa alle Giornate degli Autori come Bruce LaBruce.

Per il terzo anno consecutivo, le Giornate degli Autori, in collaborazione con Isola Edipo, presentano “Il cinema dell’inclusione - Omaggio ai maestri e alle maestre del cinema internazionale” che quest’anno verrà dedicato alla regista Liliana Cavani.

Infine, nel corso delle Giornate  la Società Italiana degli Autori ed Editori assegnerà il suo riconoscimento alla carriera. 

Related