Fine settimana di grande musica a L’Aquila, ultima tappa del Jazz italiano per le terre del sisma
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

Fine settimana di grande musica a L’Aquila, ultima tappa del Jazz italiano per le terre del sisma

Si conclude il prossimo weekend a L'Aquila il cammino de "Il jazz italiano per le terre del sisma", la manifestazione, promossa da MiBAC – Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e dal Comune dell’Aquila-Comitato Perdonanza, che la Società Italiana degli Autori ed Editori sostiene in qualità di main sponsor, con il supporto di NUOVOIMAIE e il contributo tecnico di CAFIM, e organizzata dalla Federazione Nazionale Jazz Italiano e Casa del Jazz.

Quest’anno l'evento aquilano prenderà il via per la prima volta con la messa e il concerto organistico all’interno della chiesa delle Anime Sante. La due giorni vedrà poi alternarsi sul palco di piazza Duomo, a partire dalle 21 del 31 agosto, oltre duecento artisti che si esibiranno su diciotto palchi. Nella stessa serata di sabato, condotta dall’attrice Lella Costa, sono previste performance anche in piazza Chiarino e in piazza Palazzo. Ornella Vanoni sarà alle 21 a piazza Duomo insieme a Roberto Cipelli, Loris Leo Lari e Stefano Pisetta. Si potranno ascoltare inoltre Karima, Nicky Nicolai, Stefano Di Battista e Cristina Zavalloni.

Domenica 1° settembre si ripartirà con il concerto de I Virtuosi Italiani insieme a Paolo Fresu e Daniele di Bonaventura, in programma alle 9.30 nella basilica di Collemaggio. Nel corso della giornata si susseguiranno concerti in piazze, strade e palazzi storici del centro, alla Casa dello Studente, alla basilica di San Bernardino, all’Emiciclo e all’auditorium del Parco. Il gran finale sarà affidato a Fabio Concato e al trio di Paolo Di Sabatino alle 19.30 in piazza Duomo.

All’interno della manifestazione ci sarà anche l’assegnazione del premio alla carriera a Enrico Rava, che ha festeggiato da poco il suo ottantesimo compleanno.

Una novità importante dell’edizione 2019 sarà la netta maggioranza di donne tra i musicisti che saliranno sul palco. Una scelta precisa fatta dagli organizzatori per contrastare lo stereotipo secondo cui il jazz sarebbe un genere musicale solo per uomini e nel quale alle donne sarebbe lasciato solo il ruolo di cantanti.

Sarà l’ultima edizione con la direzione artistica di Paolo Fresu, come ha comunicato lui stesso in collegamento audio-video nel corso della conferenza stampa di presentazione della manifestazione che si è svolta oggi a L’Aquila con la partecipazione del sindaco Pierluigi Biondi, del vicepresidente I-Jazz Angelo Valori e della presidente dell’associazione “Il jazz va a scuola” Ada Monellanico. “Vogliamo che questo evento diventi un appuntamento fisso – ha detto Fresu nel suo intervento – Quello che è accaduto all’Aquila in questi anni rappresenta un avvenimento storico per il jazz italiano e probabilmente anche per quello europeo”.

Related