FESTIVAL JOURNEY: PER TUTTA L'ESTATE MUSICA, TEATRO, DANZA E ARTE NEI CENTRI STORICI DELL’UMBRIA
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

FESTIVAL JOURNEY: PER TUTTA L'ESTATE MUSICA, TEATRO, DANZA E ARTE NEI CENTRI STORICI DELL’UMBRIA

Tre programmi in uno. Sono stati presentati ieri al Teatro Argentina di Roma i calendari delle tre manifestazioni che renderanno l’Umbria mèta di artisti internazionali e location di eventi speciali nei prossimi mesi. La presentazione congiunta del Festival dei due mondi, di Umbria Jazz e del Festival delle Nazioni, che la Regione Umbria ha organizzato per dare una panoramica completa dell’offerta spettacolistica del territorio, ha fornito un quadro molto animato per i mesi estivi: il Festival Journey, questo il nome, si svolgerà nei centri storici di Spoleto, Perugia e Città di Castello.

Si parte il 24 giugno con Le nozze di Figaro di Mozart, concerto inaugurale di Spoleto 59, manifestazione sostenuta da SIAE per l’ottavo anno: dalle 5 mila presenze del 2007 è passata alle 70 mila dello scorso anno, e per rispondere a questa domanda moltiplicata, offre 50 titoli e 150 aperture di sipario tra danza, teatro, lirica e mostre d’arte. La chiusura del 10 luglio, affidata al direttore Antonio Pappano, vede Stefano Bollani al pianoforte con l’Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia, in mezzo molti appuntamenti interessanti, come quello con Eleonora Abbagnato per la Carmen di Bizet, con il regista Tim Robbins qui in concerto, Bob Wilson in Lecture or nothing e con la serata “Quando la musica racconta” presentata da Giampiero Ingrassia e Serena Rossi e dedicata ai più grandi autori italiani di musica per film: da Morricone a Rota, da De Sica a Trovajoli, da Micalizzi a Piccioni.

Dall’8 al 17 luglio sarà invece la volta dell'Umbria Jazz che raccoglie “il gotha dei musicisti italiani e internazionali viventi”, come ha detto Renzo Arbore, presidente della Fondazione, sottolineando che “il jazz italiano è il secondo del mondo e a volte diamo del filo da torcere anche agli americani”. Ezio Bosso, Danilo Rea, Gianluca Petrella, Enrico Rava, Roberto Gatto, Diana Krall, Mika, Kamasi Whashington, tra gli artisti del ricco cartellone, anche quest’anno sostenuto dalla Società Italiana degli Autori ed Editori.

L'estate umbra si chiude a Città di Castello con il Festival delle Nazioni - dal 23 agosto al 3 settembre - che quest’anno parla francese e ripercorre il periodo a cavallo tra l’Ottocento e i primi due decenni del Novecento attraverso grandi interpreti come Katia Labèque, Renaud Capucon, Rokia Traoré e con il duo Musica Nuda composto da Petra Magoni e Ferruccio Spinetti.