Festival di Cannes: tutto pronto per la cerimonia di apertura
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

Festival di Cannes: tutto pronto per la cerimonia di apertura

Al via oggi, tra eccezionali misure di sicurezza in seguito agli attentati terroristici di Parigi e di Bruxelles, l’edizione 2016 del Festival di Cannes. La cerimonia di apertura è prevista alle 19.15 e sarà trasmessa in diretta dal red carpet sulla web tv del sito ufficiale del Festival del cinema. A seguire, alle 20, il primo film. Si parte con Café Society, regia di Woody Allen. E’ la terza volta - dopo il 2002 con Hollywood Ending e il 2011 con Midnight in Paris - che l’apertura del Festival di Cannes è affidata ad una pellicola di Woody Allen. Questa volta il regista ci catapulta nella Hollywood degli anni Trenta, un mondo incantato in cui tutto può succedere. A dirigere la fotografia Vittorio Storaro, tre volte premio Oscar.

Quest’anno tra i membri della giuria - presieduta dal regista, sceneggiatore e produttore australiano George Miller - c’è anche Valeria Golino. L'attrice e regista italiana, che ieri è stata accolta da numerosi fotografi e fan al suo arrivo all'aeroporto di Nizza, si è detta "elettrizzata" e "felice" del suo ruolo di giurata al 69° Festival di Cannes e soprattutto "pronta all'abbuffata di film. Il programma – ha sottolineato - è pazzesco, pieno di autori che mi interessano, non vedo l'ora di cominciare anche se arriverà il giorno in cui mi sentirò stanca per tutto questo cinema!".

Anche se non ci saranno film nostrani in gara per la Palma d’Oro, i registi italiani presentano al Festival di Cannes ben sei titoli nelle diverse sezioni. Nella Quinzaine des Réalisateurs una tripletta: Fai bei sogni di Marco Bellocchio, La pazza gioia di Paolo Virzì e Fiore di Claudio Giovannesi. Nella sezione Un Certain Regard c’è Pericle il nero di Stefano Mordini, tra le proiezioni speciali il documentario L’ultima spiaggia, esordio nel lungometraggio di Davide Del Degan e Thanos Anastopoulos, e in proiezione speciale nella Semaine de la Critique I tempi felici verranno presto di Alessandro Comodin. Nella competizione cortometraggi è stato selezionato Il Silenzio di Farnoosh Samadi e Ali Asgari mentre il Centro Sperimentale di Cinematografia porterà all'Atelier de Cinéfondation La santa che dorme di Laura Samani.

 

Related