Emergenza coronavirus, al via le domande per il sostegno del Mibact agli autori, agli artisti e ai mandatari
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

Emergenza coronavirus, al via le domande per il sostegno del Mibact agli autori, agli artisti e ai mandatari

AVVISO DEL 30-10-2020

Si comunica a tutti i partecipanti all’iniziativa in oggetto che i sostegni economici previsti sono stati interamente erogati. È tuttavia possibile richiedere chiarimenti in merito alle eventuali cause di esclusione entro 30 giorni dalla pubblicazione del presente avviso; trascorso tale termine, da intendersi perentorio ed essenziale al fine di assicurare la durata certa del procedimento, la procedura si intenderà definitivamente conclusa.  

Si riportano di seguito gli indirizzi mail di riferimento:

 

COMUNICAZIONE DEL 04-06-2020

È stato pubblicato il Decreto del Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, previsto dall'articolo 90 del Decreto Legge "Cura Italia", che attribuisce ad autori, artisti e mandatari le risorse finanziarie provenienti dalla quota del 10% della copia privata, insieme al provvedimento con le modalità per le relative domande che dovranno essere presentate entro il prossimo 3 luglio.

Il Decreto Legge 18/2020, meglio noto come "Cura Italia", è entrato in vigore il 18 marzo 2020 ed è divenuto definitivamente legge il 30 aprile 2020. All'articolo 90 ha stabilito che la quota del 10% dei compensi incassati nell'anno 2019 per la riproduzione privata di fonogrammi e videogrammi (la cosiddetta “copia privata") – pari a circa 13,5 milioni di euro – quest’anno venga eccezionalmente attribuita al sostegno degli autori, degli artisti interpreti ed esecutori e dei mandatari (i lavoratori autonomi che svolgono attività di riscossione dei diritti d'autore con contratto di mandato con rappresentanza sottoscritto con organismi di gestione collettiva), colpiti dalla grave crisi in atto nel settore culturale e dello spettacolo a causa dell'emergenza Covid-19. A partire dal 2016, la quota era stata destinata ogni anno all‘iniziativa “Per chi crea”, nata per finanziare i progetti dei giovani autori.

Il Decreto stabilisce la ripartizione percentuale delle somme tra le categorie di beneficiari e i requisiti per l'accesso da parte dei richiedenti, che tengono conto, per autori ed artisti, del reddito degli stessi, nonché i vari adempimenti che la Società Italiana degli Autori ed Editori e gli altri Organismi di gestione collettiva interessati dovranno attuare, una volta ricevute le domande, per poter erogare le somme.

Il Decreto stabilisce, per accedere al contributo per la parte autori, una soglia di reddito complessivo massimo pari a 20.000 euro nel 2018 ed un reddito autorale minimo del 20% del reddito e comunque pari a non meno di 1.000 euro. Il contributo potrà essere al massimo il 50% del reddito autorale maturato per un importo massimo di 3.000 euro.

Tutte le specifiche modalità con le quali le tre categorie di destinatari dovranno effettuare le domande sono, inoltre, fissate in un Decreto della Direzione Generale competente e disponibile sul sito del Mibact.
 

Scarica i moduli e le dichiarazioni:

Autori: Domanda Autori - Dichiarazione Autori - Informativa sul trattamento dei dati personali 

Artisti Interpreti ed Esecutori: Domanda Artisti - Dichiarazione Artisti - Informativa sul trattamento dei dati personali 

Mandatari: Domanda Mandatari - Dichiarazione Mandatari - Informativa sul trattamento dei dati personali 

 

Le domande di sostegno, comprensive di tutta la documentazione obbligatoria, devono essere trasmesse con le seguenti modalità:

  • Per gli Autori: tramite PEC all’indirizzo art90autori@pec.siae.it o tramite raccomandata A/R a SIAE – Contributo ex decreto Cura Italia Autori, viale della Letteratura n. 30 – 00144 Roma

  • Per gli Artisti Interpreti ed Esecutori: tramite PEC all’indirizzo art90aie@pec.siae.it o tramite raccomandata A/R a SIAE – Contributo ex decreto Cura Italia AIE, viale della Letteratura n. 30 – 00144 Roma

  • Per gli agenti Mandatari: Tramite PEC all’indirizzo art90mandatari@pec.siae.it o tramite raccomandata A/R a SIAE – Contributo ex decreto Cura Italia Mandatari, viale della Letteratura n. 30 – 00144 Roma

     

Per tutte le informazioni relative alla presentazione delle domande, si può chiamare il numero 06 5990 2619, attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle ore 17:30 o consultare le FAQ. Ulteriori richieste di chiarimento potranno essere trasmesse entro il 26 giugno 2020 ai seguenti indirizzi mail (contatti validi a soli fini informativi):

Le risposte, rese al richiedente in forma anonima, saranno pubblicate sotto forma di FAQ entro il 30 giugno 2020.

 

Nota esplicativa per i mandanti:

Si specifica che la categoria dei Mandatari, da non confondere con i Mandanti SIAE (ossia Autori che affidano la tutela delle proprie opere a SIAE), riguarda espressamente i lavoratori autonomi che svolgono attività di riscossione dei diritti d’autore in base ad un contratto di mandato con rappresentanza sottoscritto con un organismo di gestione collettiva di cui all’articolo 180 della legge 22/04/1941 n. 633.

 

Nota esplicativa per gli autori:

Con riguardo a quanto recato all'art. 3 del D.M. n. 212 del 30 aprile 2020, nonché all'art. 2, comma 1, lettere f) e g), del D.D.G. n. 417/2020 si specifica quanto segue.

Gli autori che abbiano conferito mandato ad un Organismo di gestione collettiva devono indicare nella domanda per l'ammissione al beneficio, ai sensi di quanto disposto alla lettera f) dell'art. 2, comma 1, del DDG n. 417/2020, unicamente l'Organismo che li rappresenta. Quest'ultimo potrà verificare la sussistenza dei requisiti per i propri associati/mandanti che abbiano fatto richiesta.

Gli autori che non hanno conferito mandato ad alcun organismo di gestione collettiva e intermediano il proprio repertorio in autonomia, devono invece indicare, ai sensi di quanto disposto dall'art. 2, comma 1, lettera g), del D.D.G. n. 417/2020, di avere percepito, nel 2018, un reddito per diritti di autore pari almeno al 20% del reddito complessivo e comunque non inferiore a 1.000 euro.

Si precisa infine che, ai sensi di quanto previsto dall'art. 180 della legge n. 633/1941, recante "Protezione del diritto d'autore e di altri diritti connessi al suo esercizio", gli autori possono essere rappresentati unicamente da un Organismo di gestione collettiva dei diritti e non anche da un'Entità di gestione indipendente. Al riguardo si fa riferimento alla definizione di Organismo di gestione collettiva e a quella di Entità di gestione indipendente di cui all'art. 2 del D.Lgs. n. 35 del 15 marzo 2017. Al fine di appurare la natura del soggetto intermediario prescelto si invita a consultare l'Elenco degli organismi di gestione collettiva e delle Entità di gestione indipendenti, redatto ai sensi dell’art. 5, comma 1, dell’Allegato A alla delibera n. 396/17/CONS e presente sul sito dell'AgCom al seguente link.

L'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, infatti, pubblica sul proprio sito l'elenco dei soggetti che hanno comunicato l'inizio delle attività e che risultano in possesso dei requisiti di cui all'articolo 8 del d.lgs. n. 35/2017. Pubblica altresì l'elenco dei soggetti che non risultano essere più in possesso dei requisiti di cui al medesimo articolo e, con le medesime modalità, ogni altra comunicazione di pertinenza.

Related