Ecco "Laguna Sud", e un laboratorio sull'amore e il gioco tra calle e canali
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

Ecco "Laguna Sud", e un laboratorio sull'amore e il gioco tra calle e canali

Da oggi al 28 agosto nell’ambito di Laguna Sud - Il cinema fuori dal Palazzo, la rassegna cinematografica gratuita che ha luogo a Chioggia, nel chiostro dell’Isola di San Domenico, i registi Andrea Segre e Agostino Ferrente coordinano un laboratorio di cinema documentario a Palazzo Grassi, in collaborazione con Giornate degli Autori, ZaLab, Apollo11 e 100 autori.

È un laboratorio (gratuito) di ricerca e racconto su passato, imperniato sul dialogo tra gioco e amore (Amori e giochi tra calle e canali) e si chiede: come nascevano e come nascono gli amori? Come si giocava e come si gioca? Come diventa un gioco l’amore? Ci si amerà ancora nascosti nelle calli?

Tre giorni intensivi di circa otto ore l'uno, rivolti a un massimo di dieci persone di qualsiasi età che vogliano perfezionare il linguaggio del cinema documentario.

Continuano intanto gli appuntamenti cinematografici di Laguna Sud: stasera, Appena apro gli occhi di Leyla Bouzid (2015, 102’), film rivelazione delle Giornate degli Autori 2015, premiato con l’Europa Cinemas Label Award e il Premio del Pubblico. Domani sarà la volta de La Prima Luce di Vincenzo Marra (2015, 108’), protagonista Riccardo Scamarcio nei panni di un brillante avvocato barese cui viene sottratto il figlio. Chiude, domenica, Le cose belle di Agostino Ferrente e Giovanni Piperno (2014, 90’), che racconta la fatica di crescere al Sud attraverso le storie di Adele, Enzo, Fabio e Silvana, e la proiezione dei prodotti realizzati durante il laboratorio.

Related