Donne e audiovisivo, presentazione del Progetto DEA al Centro Sperimentale di Cinematografia
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

Donne e audiovisivo, presentazione del Progetto DEA al Centro Sperimentale di Cinematografia

Il 9 marzo l’IRPPS - CNR presenta alle studentesse e agli studenti del Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma il progetto DEA e i risultati del rapporto GAP&Ciak. Il progetto DEA vuole affrontare il tema delle donne nel settore audiovisivo con l’obiettivo di raggiungere la reale parità in un’industria che ha importanza strategica nella formazione (ma anche nell'eliminazione) degli stereotipi di genere. Dopo aver presentato un primo rapporto al 34° Torino Film Festival sullo stato dell’arte della ricerca e delle buone pratiche per il riequilibrio di genere nel cinema e nel documentario, la ricerca DEA entra ora nella fase di costruzione della banca dati sulle posizioni di donne e uomini nel mondo dell’audiovisivo, partendo dalla formazione professionale.

Dai primi dati emerge che le ragazze che vogliono formarsi in questo campo sono meno numerose dei loro coetanei. I ragazzi preferiscono la regia, mentre la ragazze appaiono più disponibili a diversificare i loro percorsi, ma sono proprio le ragazze ad avere più successo nelle selezioni per i corsi di regia e sceneggiatura. Quali le motivazioni, le ragioni e le cause di questa apparente contraddizione? E come affrontare le diseguaglianze del cinema italiano? L’88% dei film a finanziamento pubblico italiano sono diretti da uomini, il 79% dei film prodotti dalla Rai è stato diretto da uomini, il 90,8% dei film che arrivano alle sale cinematografiche è diretto da uomini. Non mancano tuttavia le qualità. Il 33% dei film diretti da donne ha partecipato o vinto premi a festival nazionali e internazionali. Su 150 film candidati per il finanziamento del MiBACT le donne si fanno valere per gli ottimi risultati raggiunti: il 39% dei progetti presentati dalle registe lo ha ottenuto contro il 36% di quelli presentati dai registi.

I fondi che si renderanno disponibili grazie al DDL Cinema Franceschini sono un'occasione concreta per ridistribuire le opportunità su base più equa tra donne e uomini. Il progetto DEA condivide le raccomandazioni sui decreti attuativi della Nuova Legge Cinema inviate al MIBACT da AGPCI, ANAC, Doc/it - Associazione Documentaristi Italiani e Writers Guild Italia.

Il progetto DEA è sostenuto da SIAE, ha il patrocinio di UNESCO - Roma città creativa per il Cinema, ed è realizzato in collaborazione con Doc/it - Associazione Documentaristi Italiani, l’Università Roma Tre, il MIBACT - Direzione Generale Cinema , cOOkies adv.

Related