DOMANI ALL'AUDITORIUM CONCILIAZIONE IL "GIUDIZIO UNIVERSALE" PER UNA "Special Night for Syria"
CondividiShare this article Google+ Facebook twitter Email

DOMANI ALL'AUDITORIUM CONCILIAZIONE IL "GIUDIZIO UNIVERSALE" PER UNA "Special Night for Syria"

Domani, 6 dicembre, alle ore 20.30 l’Auditorium Conciliazione di Roma ospita una Special Night for Syria, una serata organizzata da Artainment Worldwide Shows per l’Agenzia ONU per i Rifugiati (UNHCR) e sostenuta da SIAE.

Per l’occasione, lo spettacolo permanente “Giudizio Universale. Michelangelo and the Secrets of the Sistine Chapel” si unisce al reading di Sergio Castellitto, interprete per questa serata speciale della “Preghiera del Mare” di Khaled Hosseini. Castellitto, Goodwill Ambassador dell’UNHCR, leggerà lo struggente monologo di un padre che abbraccia il suo bambino nella notte, prima di un pericoloso viaggio in mare verso la sicurezza.

L’incasso sarà interamente devoluto all’Agenzia ONU per i Rifugiati. Il costo del biglietto è di 90 euro per il settore immersive/central e 60 per il settore standard (possono essere acquistati qui o al Box Office di Via della Conciliazione, 4).

Obiettivo della serata è sensibilizzare sulle conseguenze drammatiche del conflitto in corso da oltre 7 anni in Siria che ha costretto più di 5 milioni e mezzo di persone a lasciare il paese e oltre 6 milioni alla condizione di sfollati all’interno del paese. Infatti nel foyer saranno proiettati i video che raccontano il conflitto in corso in Siria e il lavoro sul campo dell’UNHCR.

Alle ore 21 avrá inizio “Giudizio Universale”, spettacolo in cui tecnologia innovativa, proiezioni immersive a 270°, live performance, impianto sonoro di ultima generazione e straordinari effetti scenici si fondono per un viaggio alla scoperta della Cappella Sistina.  Accompagnati dalla voce di Pierfrancesco Favino (voce di Michelangelo) e da una colonna sonora d’eccezione, il cui tema principale è composto da Sting.

Al termine, Castellitto leggerá la “Preghiera del Mare”, ispirata alla tragica morte del piccolo Alan Kurdi, rifugiato siriano trovato senza vita nel settembre del 2015 sulla spiaggia di Bodrum in Turchia. “Preghiera del Mare” è un toccante monologo di un padre che parla al figlio di notte, sulla spiaggia, alla vigilia di un pericoloso viaggio per fuggire dalla guerra e per trovare sicurezza e accoglienza. Il reading sará accompagnato da due musicisti siriani, Alaa e Haian Arsheed (violino e viola), fratelli fuggiti dalla Siria dopo lo scoppio della guerra nel 2011. Prima della guerra, la loro famiglia gestiva il caffè-galleria Alpha, uno spazio culturale punto di ritrovo di artisti siriani.

Related